Voci che si rincorrono da tempo, conferme, parziali smentite, sorrisi beffardi e strette di mano; insomma, il solito copione che il calciomercato richiede. Una cosa è certa: la Juventus ha fortemente voluto Mattia Perin e Mattia Perin ha fortemente voluto la Juventus.

Dopo la gara contro l’Olanda, in quell’Allianz Stadium che dalla prossima stagione lo vedrà protagonista (Szczesny permettendo), l’ormai ex portiere del Genoa ha prolungato il suo soggiorno a Torino, in vista dell’accordo (virtualmente raggiunto) tra Preziosi e Marotta.

Pura formalità, confermata proprio dai due stessi che, all’uscita dall’Assemblea di Lega, riunitasi per decidere in merito ai diritti tv, sono apparsi distesi e sorridenti. “Perin? Decidono i giocatori. Chiedete a Marotta”;  parole chiarissime quelle di Enrico Preziosi, che lascia intendere la volontà del giocatore di trasferirsi in bianconero e del buon esito della trattativa.

Da registrare un piccolo giallo riguardo le visite mediche del prossimo estremo difensore della Juventus: più volte annunciate nella mattinata, per alcuni addirittura anche già svolte nelle prime ore della giornata, ma in realtà ancora da stabilire. Con molta probabilità dovrebbero avvenire domani.

Questione di ore, che nulla di sostanziale potrà comunque modificare in quelli che sono gli accordi tra le due società. Il Genoa si era spinto inizialmente sino a 20 milioni per il cartellino del portiere, di contro la Juventus era disposta a sborsarne non più di 10; verosimilmente la cifra andrà ad attestarsi a metà tra domanda ed offerta, considerando parte fissa e variabile.

A Mattia Perin, invece, sarà riservato un contratto dalla durata quinquennale a 2.5 milioni di euro a stagione ed andrà a rimpolpare la flotta di italiani, come da tradizione bianconera.

@44gattdernesto