Il nuovo Zlatan Ibrahimovic“. Così, Alexander Isak è stato ribattezzato in patria. Etichetta forse ridondante, tuttavia il Classe ’99 di Solna è probabilmente il futuro craque del calcio svedese. Di origini eritree, il giovanissimo veste dalle giovanili la maglia giallo-nera dell’AIK. Fisico possente, dribbling serpentino ed una velocità sensazionale per un diciassettenne dalle potenzialità straordinarie; riveste il ruolo di atipico centravanti, poiché svaria per tutto il fronte offensivo. Abile nell’inserimento e letale nel colpo di testa, Isak mostra alcune lacune circa la finalizzazione; il tempo potrà, e come riteniamo, saprà smentirci. Isak stupisce già per la cifra tecnica e la media realizzativa: 10 reti in 24 incontri di Allsvenskan, la Serie A svedese.

Il gioiello ha inevitabilmente accentrato su di sé le lusinghe di Jurgen Klopp e Claudio Ranieri. Liverpool e Leicester, secondo i tabloid inglesi, sarebbero orientate ad investire cifre esorbitanti pur di accaparrarsi le prestazioni di un talento così cristallino. In Italia, l’Inter ha tentato timidi approcci e la Juventus lascia intendere di voler affondare per l’enfant prodige; il direttore sportivo, Fabio Paratici, avrebbe perfino incontrato l’entourage del giocatore per intavolare una possibile trattativa. L’AIK Solna pretende 15 milioni di euro, tuttavia la base d’asta potrebbe lievitare, considerando il valore esponenziale di Isak. Gennaio sarà un mese infuocato, il futuro prossimo di Isak potrebbe subire una svolta decisiva nella propria promettentissima carriera.

di Manfredi Maria Tuttoilmondo

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU: AGENTI ANONIMI