Questa volta sarà un addio: Juan Camilo Zuniga, dopo diverse stagioni in prestito, è pronto a salutare il Napoli. Si chiude, così, uno dei capitoli della storia recente dei partenopei che ha visto protagonista un giocatore che, con Walter Mazzarri, ha raggiunto vette importanti anche e soprattutto a livello europeo. Ad attenderlo, a braccia aperte, c’è il club che lo ha lanciato nel mondo del calcio e ceduto al Siena nel 2008: i colombiani dell’Atletico Nacional de Medellín, squadra che ha vinto la Coppa Libertadores nel 2016.

Torna in patria, Camilo, dopo un campionato in Premier League vissuto tra alti e bassi con la maglia del Watford, alla corte del suo mentore Mazzarri: per lui 21 presenze e 1 solo gol in totale, e non proprio un ricordo indelebile. Nella giornata di ieri, Zuniga si è recato in sede per trattare la rescissione del contratto che attualmente lo lega al Napoli fino al 2018, e che prevedeva, tra l’altro, una clausola da 35 milioni di euro in caso di cessione a titolo definitivo. Una mossa che, tra l’altro, alleggerirà le casse del club azzurro. Una volta libero, l’esterno classe 1985 firmerà un biennale con l’Atletico Nacional, dove ad attenderlo ci sarà il nuovo allenatore, ed ex tra gli altri di Real Sociedad e Almeria, Juan Manuel Lillo. Uno che predilige il calcio offensivo e che, viste le caratteristiche del colombiano, può sfruttare al meglio le potenzialità di Juan Camilo.

Così, non più giovanissimo, ma neanche a fine carriera, Zuniga prepara ancora una volta le valigie, che non ha mai disfatto da un anno e mezzo a questa parte, e saluta definitivamente il Napoli e la sua gente: si apre un nuovo capitolo, alla ricerca di quella “redenzione calcistica” che, dal grave infortunio che per mesi, qualche stagione fa, lo ha tenuto lontano dal rettangolo verde, stenta ancora ad arrivare.

A cura di Antonio Torrisi (@ped1722)

PER TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI