Carlo Ancelotti svela qualche retroscena con De Laurentiis

Dopo un avvio non brillante, ora il Napoli di Ancelotti prende forma, vince e convince. In Champions League, in un girone tosto, sta dicendo la sua (Vittoria contro Liverpool e due pareggi con il PSG). Il passaggio agli ottavi è fattibile e pochi tifosi ci credevano il giorno del sorteggio dei gironi. Uno dei protagonisti è sicuramente Dries Mertens. Il belga, che nelle prime partite trovava poco spazio, ora sta facendo vedere ciò che sa fare e che ci ha già dimostrato di saper fare negli scorsi anni.

In un’intervista rilasciata a Dazn, il tecnico azzurro parla proprio del rapporto con l’attaccante: Con Mertens non è stato semplice perché non giocava dall’inizio, ma sono cose normali: se non se la fosse presa sarebbe stato peggio”.

Un altro giocatore importante per il Napoli è il capitano Marek Hamsik. Nell’estate scorsa ha ricevuto diverse offerte importanti e pubblicamente ha ammesso che sarebbe potuto partite. Forse l’arrivo di Ancelotti lo ha convinto a rimanere, come conferma il tecnico: “Sapevo che aveva avuto quest’offerta per andare via, allora gli ho spiegato che per me era un giocatore importante e che mi avrebbe fatto piacere se fosse rimasto. Gli ho anticipato che avrei volute cambiargli ruolo: forse è proprio questo che lo ha convinto a rimanere perché voleva provare qualcosa di nuovo“.

Uno dei retroscena svelato da Ancelotti riguarda anche il suo arrivo al Napoli ed i contatti con il presidente De LaurentiisIo e il presidente ci sentivamo ogni tanto da anni. Ci eravamo già sentiti quando tentai di portare Cavani al Psg senza successo. Quest’estate abbiamo fatto anche le vacanze insieme. Lui è un presidente che è diventato appassionato col tempo: adesso segue tutto, si informa su tutto, ma sa delegare. E’ una persona molto schietta, molto sincera, molto divertente”.

Marco Pirola ( @marcopirola_ )