Nel posticipo della 26a giornata del campionato di Serie A, il Napoli ospita allo stadio San Paolo la capolista Juventus, che in caso di vittoria potrebbe mettere definitivamente la parola fine sul discorso scudetto.

Napoli – Juventus quest’anno ha un sapore del tutto diverso rispetto alle sfide che hanno caratterizzato le ultime stagioni del campionato di Serie A, che ha visto le due squadre protagoniste indiscusse della lotta scudetto, con i bianconeri che sono riusciti sempre a prevalere sui partenopei. Domani la Juve si presenterà al San Paolo con ben 13 punti di vantaggio e con tanti, tantissimi pensieri rivolti al 12 marzo, il giorno di Juventus – Atletico Madrid, il ritorno degli ottavi di Champions, in cui i campioni d’Italia dovranno provare a ribaltare il 2-0 incassato al Wanda Metropolitano.

Di certo i bianconeri non sottovaluteranno l’impegno, che può essere un valido banco di prova in vista della sfida contro gli uomini di Simeone, ma è pur vero che il Napoli si presenta al big match di domani con molte più motivazioni: gli azzurri vorrebbero quantomeno provare a rosicchiare qualche punto alla Vecchia Signora e vendicare il 3-1 subito allo Stadium nella gara di andata, decisa dalla doppietta di Mandzukic e dalla rete di Bonucci, che hanno ribaltato il vantaggio iniziale siglato da Mertens.

Lo stacco di testa con il quale Mario Mandzukic ha siglato una delle due reti nella gara di andata dello scorso settembre

L’ultimo confronto al San Paolo risale all’1 dicembre 2017, nella quindicesima giornata di campionato: anche in quell’occasione vinse la Juventus grazie al goal dell’ex Higuain, che permise ai bianconeri di portarsi a -1 dal Napoli e a -2 dall’Inter, che in quel momento si trovava in vetta alla classifica.

L’esultanza di Gonzalo Higuain dopo il goal decisivo in Napoli – Juventus della scorsa stagione

QUI NAPOLI – Pochi dubbi per Carlo Ancelotti riguardo la formazione per la sfida di domani contro i bianconeri. Nonostante l’imminente impegno di Europa League contro il Salisburgo, il tecnico azzurro si affiderà ai migliori. Sarà il classico 4-4-2, con Meret tra i pali e la linea difensiva formata da Malcuit, Maksimovic, Koulibaly e Ghoulam, in ballottaggio con Hysaj per una maglia da titolare. Non è da escludere nemmeno l’impiego di Mario Rui, che ha recuperato dai suoi problemi fisici. In mezzo al campo Allan – Fabian Ruiz, con Zielinski e Callejon sulle corsie laterali. In attacco, fiducia a Milik, in un buon momento di forma, accanto a capitan Insigne, con Mertens che partirà, dunque, dalla panchina.

Arkadiusz Milik ha segnato finora 14 reti in campionato. Ancelotti vuole puntare sul suo ottimo stato di forma.

QUI JUVENTUS – Nella consueta conferenza stampa della vigilia, Massimiliano Allegri non si è sbottonato più di tanto riguardo gli undici che scenderanno in campo domani. Le certezze riguardano il portiere, che tornerà ad essere Szczesny dopo il turno di riposo la settimana scorsa a Bologna, i centrali di difesa, ovvero i titolarissimi Bonucci e Chiellini, e Cristiano Ronaldo, che ha smaltito la botta alla caviglia rimediata al Dall’Ara e che tanto aveva fatto preoccupare i tifosi bianconeri. Per il resto, l’impressione è che la formazione che scenderà in campo domani somiglierà molto alla Juventus che vedremo tra 10 giorni contro l’Atletico Madrid. La difesa sarà completata da Alex Sandro e con ogni probabilità da Cancelo, che non ha brillato molto nella scorsa giornata in cui ha giocato in una posizione più avanzata. A centrocampo Emre Can e Bentancur si giocano una maglia da titolare accanto a Pjanic e Matuidi. Davanti, insieme a CR7 sicuramente Mario Mandzukic, alla ricerca del goal che manca da dicembre, e uno tra Dybala e Bernardeschi: la Joya, entrando dalla panchina, ha siglato il goal che ha regalato alla Juventus i tre punti sul campo del Bologna, mentre il numero 33 originario di Carrara è sicuramente tra i più in forma al momento e non sarebbe una sorpresa se Max Allegri lo schierasse dall’inizio, magari insieme a Dybala, privandosi di un centrocampista.

Cristiano Ronaldo, autore di due assist e di una grande prestazione nella gara di andata, ha smaltito la botta alla caviglia subita a Bologna e domani sarà in campo dal primo minuto.

Probabili formazioni:

Napoli (4-4-2): Meret; Malcuit, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam; Callejon, Allan, Ruiz, Zielinski; Insigne, Milik. All: C. Ancelotti

Juventus (4-3-3): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Emre Can, Pjanic, Matuidi; Dybala, Mandzukic, Ronaldo. All: M. Alegri

Arbitro: G. Rocchi

TV: ore 20.30, Sky Sport 1, Sky Sport Serie A

a cura di Marco Mincione (Twitter: @Mincix91)