Sarri ancora del Napoli

Clamoroso ma vero! Sarri rischia di rimanere al Napoli ancora per un anno. E’ lo stesso legale del club partenopeo, Grassani, a fare chiarezza intervenendo a CalcioNapoli24.

“Sarri non ha necessità di avere una comunicazione di esonero. Essendo cominciata la stagione calcistica 2018/2019, quando il Napoli tessererà un allenatore, qualunque esso sia, l’altro contrattualizzato sarà automaticamente sollevato dall’incarico. Questa è una scelta del Napoli che si può riservare fino al 31 luglio. Sarri è un allenatore a disposizione del Napoli, non esonerato.

Sarri ha un contratto col Napoli fino al 30 giugno 2020. Con una clausola che è quella che può essere esercitata fino al 31 maggio di ogni stagione con efficacia dal 1 luglio. Essendo scaduta, Sarri oggi pagando la clausola potrebbe liberarsi con efficacia dal 1 luglio 2019. Il Napoli può chiedere 150 mln di euro per liberare Sarri, quindi c’è bisogno di una trattativa e la clausola ora non ha valenza”.

Il Chelsea che aveva scelto il tecnico toscano per il dopo Conte dovrà, così, avviare una trattativa col Napoli per averlo il prossimo anno sulla panchina, altrimenti si dovrà attendere il 1 luglio 2019 pagando la clausola rescissoria. Una situazione paradossale che vede il Napoli, ora, con il coltello dalla parte del manico.

 

a cura di Matteo Tombolini (@MatteoTomb)

PER TUTTE LE NEWS E AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI