In una lunga intervista rilasciata al quotidiano spagnolo “AS“, Jeison Murillo, difensore centrale colombiano, parla della sua nuova esperienza al Valencia, con cui fino a questo momento ha collezionato 7 presenze in Liga, fornendo buone prestazioni. La squadra allenata da Marcelino è al momento seconda in classfica con 27 punti, 4 meno della capolista Barcellona.

Nelle ultime due stagioni, invece, Murillo aveva giocato nell’Inter. Dopo una prima stagione molto positiva, un anno fa il calciatore ha incontrato diverse difficoltà.

Queste alcune delle sue dichiarazioni: “Il mio arrivo in Italia? Non sapevo nulla. Ero in Nigeria per giocare la Coppa del Mondo con l’Under 17 e quando tornai mi dissero che ero dell’Udinese. Fu stupendo perché per me era un sogno approdare in Europa. L’addio all’Inter? Volevo andare via, non stavo più bene in nerazzurro e volevo cercare nuovi orizzonti. Quando è arrivato il Valencia ho esitato un po’, ma dopo ho capito che c’era un progetto ambizioso e ho accettato la loro proposta. Ora sono molto felice ma l’Italia è stata importante per me a livello tattico perché ho imparato tanto, specie dal punto di vista tattico. Qui Marcelino, il club e la gente mi danno molta fiducia. La passione dei tifosi ti fa combattere per questo scudo ogni partita, ogni giorno. I risultati che otteniamo sono frutto del lavoro quotidiano“.

Raffaele Campo (@CampoRaffaele)