Con la conclusione del diciassettesimo turno di Serie A, eccoci qui, come di consueto, con la nostra rubrica MoviolAA Serie A, pronti ad analizzare tutti gli episodi da VAR di giornata.

Lazio-Cagliari 3-1

Unico episodio da rivedere nella gara dell’Olimpico, quello che accade al ’52: infatti, il Cagliari protesta e chiede un calcio di rigore sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Infatti, su colpo di testa di Luiz Felipe, la palla va a colpire anche il braccio del difensore brasiliano. Tuttavia, dopo silent check, Gianluca Manganiello decide di lasciare correre. Infatti, in questa occasione, il VAR non intervenuto, giudicando il tocco del difensore laziale come involontario: effettivamente, la palla sembra colpire prima il costato e poi il braccio di Luiz Felipe.

Empoli-Sampdoria 2-4

Due episodi da rivedere nella gara del Castellani. Il primo, al ’51, quando il direttore di gara, Gianpaolo Calvarese, decide di assegnare un penalty agli ospiti per un intervento di Silvestre su Tonelli. Dopo essere stato richiamato dal VAR, tuttavia, torna sui suoi passi, togliendo giustamente il tiro dal dischetto ai liguri. Il secondo, al ’77, quando Caputo scatta sul filo del fuorigioco e infila Audero. Il guardalinee richiama l’attenzione dell’arbitro, segnalando il fuorigioco del calciatore dell’Empoli. In realtà, dopo consuto VAR, la rete viene giustamente convalidata.

Genoa-Atalanta 3-1

Al Ferraris, altri due episodi da rivedere. Il primo al ’33, quando i bergamaschi chiedono un calcio di rigore per un tocco di mano di Romero. Dopo essere stato richiamato dal VAR, Daniele Doveri assegna correttamente il tiro dagli undici metri. Il secondo, al ’45, quando Criscito tocca la palla a braccio largo dopo un tiro finito sul palo. Nonostante il silent-check che lascia correre, i dubbi permangono.

Napoli – Spal 1-0

Al San Paolo, al ’10, il direttore di gara Federico La Penna annulla un gol al Napoli. Infatti, su tiro di Mertens, Cionek respinge il pallone in area. Su di esso arriva Insigne che, tuttavia, è in netta posizione di offside al momento del tiro del compagno. Il VAR, giustamente, richiama l’attenzione dell’arbitro che annulla.

Sassuolo – Torino 1-1

A Reggio Emilia, Zaza è stato atterrato in area di rigore da Marlon: né l’arbitro né il VAR intervengono. Poteva starci secondo giallo. Tuttavia, il VAR può intervenire solo in caso di eventuale rosso diretto. Poi, al ’96, Iago Falqué segna la rete del 2-1 ma, dopo ben due minuti di controllo VAR, Nicola Banti annulla la rete per posizione di offside di un calciatore granata ad inizio azione.

Juventus-Roma 1-0

Unici episodio da rivedere, la rete annulla al ’91 a Douglas Costa. Infatti, dopo aver inizialmente convalidato il gol del brasiliano, richiamato dal VAR, il direttore di gara Davide Massa torna sui suoi passi. Infatti, l’azione è viziata da un netto fallo di Matuidi su Zaniolo.

Andrea Fabris (@andreafabris96)

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI