Archiviato anche il decimo turno, eccoci pronti con la nostra solita MoviolAA Serie A, pronti ad analizzare tutti gli episodi da VAR di giornata.

Brescia-Inter 1-2

Al Rigamonti, nella gara diretta da Michael Fabbri, da rivedere due episodi. Al ’37, il Brescia chiede un calcio di rigore per un presunto fallo di mano di Gagliardini. L’arbitro lascia correre, e il VAR conferma la sua decisione con un silent check. All’89, poi, sono i Nerazzurri a chiedere il tiro dal dischetto: su un colpo di testa di Gagliardini, viene chiesto un presunto tocco di mano di Balotelli. Silent check del VAR, che lascia giustamente correre: la palla colpisce il numero 45 sul ginocchio e non sul braccio.

Napoli-Atalanta 2-2

Nella gara del San Paolo diretta da Piero Giacomelli, l’episodio più discusso di giornata: all’86, infatti, i partenopei chiedono un calcio di rigore per un contatto fra Kjaer e Llorente in area nerazzurra. L’azione prosegue e gli orobici trovano il gol de pareggio con Ilicic. Inspiegabilmente, l’arbitro lascia correre: infatti, Kjaer va dritto sull’attaccante spagnolo, senza nemmeno guardare il pallone, atterrandolo. Forti proteste da parte della società azzurra.

Juventus-Genoa 2-1

Nella gara dello Stadium, da rivedere la rete annullata a Cristiano Ronaldo al ’93: su tiro-cross di Cuadrado, CR7 devia in rete. Tuttavia, il direttore di gara Antonio Giua, annulla su richiamo della VAR room. Infatti, l’ex-Real Madrid è in posizione di offside.

Sampdoria-Lecce 1-1

Al Ferraris, nella gara diretta da Davide Massa, da rivedere il calcio di rigore assegnato e poi tolto al Lecce. Infatti, al ’46, il direttore di gara assegna un calcio di rigore ai salentini per un presunto tocco di braccio di Ferrari. Richiamato dal VAR, va a vedere l’episodio e, giustamente, torna sui suoi passi: il difensore blucerchiato, in realtà, colpisce il pallone col petto.

 

Andrea Fabris (@andreafabris96)

 

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI