Ieri sera si è chiuso il secondo turno di Serie A e, oggi, come di consueto, eccoci qui pronti ad analizzare tutti gli episodi da VAR di giornata con la nostra MoviolAA Serie A.

Bologna-SPAL 1-0 

Nell’anticipo del venerdì sera, diretto da Marco Di Bello, da rivedere due episodi. Il primo, al ’32, quando, sugli sviluppi di un’azione offensiva della SPAL, Valoti calcia a lato dopo un contrasto con Poli. L’arbitro lascia correre anche dopo controllo VAR. I dubbi però restano: da un lato, il contrasto dell’ex-Milan sembra piuttosto duro, dall’altro, sull’azione, la palla sembra uscire dalla linea di fondo prima di giungere a Valoti. Al ’56, poi, il Bologna chiede un calcio di rigore per un presunto tocco di mano di Cionek in area. Di Bello lascia correre e, richiamato dal VAR, conferma la sua decisione, nonostante il tocco di mano sia più che evidente.

Lazio-Roma 1-1

Due episodi da rivedere nel Derby della Capitale, diretto da Marco Guida. Il primo, il rigore concesso ai Giallorossi al ’16 per un fallo di mano di Milinkovic-Savic. Nessun dubbio: braccio largo del serbo e palla che colpisce la sua mano. Decisione confermata anche dal VAR. Poi, la rete annullata a Lazzari al ’91: il calciatore della Lazio, su cross di Jony, era in posizione di offside. Giusto annullare e VAR che conferma.

Cagliari-Inter 1-2

Nella gara della Sardegna Arena, diretta da Fabio Maresca, da rivedere solamente la prima rete dell’Inter, quella di Lautaro. Inizialmente, l’arbitro annulla per fuorigioco ma, richiamato dal VAR, giustamente, convalida la rete: infatti, Nainggolan tiene in gioco l’argentino.

 

Andrea Fabris (@andreafabris96)

 

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI