Come di consueto, una volta terminato anche questo turno di campionato, eccoci pronti con la nostra rubrica MoviolAA Serie A, pronti ad analizzare tutti gli episodi da VAR di giornata.

Napoli-Sampdoria 2-0

Nella gara diretta da Federico La Penna al San Paolo, da rivedere solamente il gol del raddoppio dei partenopei. Infatti, Mertens mette in rete servito da Llorente: inizialmente, il direttore di gara annulla la rete per un fuorigioco dell’attaccante spagnolo, segnalato dal guardalinee. Richiamato dal VAR, poi, giustamente torna sui suoi passi e convalida.

Inter-Udinese 1-0

Nella gara di San Siro, da rivedere solamente l’ingenua espulsione di Rodrigo De Paul. Infatti, al ’35, con Candreva a terra, il direttore di gara Maurizio Mariani ricorre al VAR per capire cosa sia successo.  L’argentino, dopo un diverbio piuttosto accesso con l’ex-Lazio, lo ha colpito in volto con uno schiaffo. Il direttore di gara non ha dubbi ed estrae il rosso diretto. Decisione inevitabile.

Genoa-Atalanta 2-1

Nella gara delle 12,30, diretta da Michael Fabbri, da rivedere solamente un episodio, tuttavia decisivo. al ’91, infatti, il direttore di gara assegna un calcio di rigore ai padroni di casa per un fallo di Djimsiti su Kouamé. Il contatto è netto, ma non così vigoroso da assegnare un calcio di rigore. Il ricorso al VAR sarebbe necessario per fare chiarezza, tuttavia, si è venuto a sapere che in quel momento il macchinario era guasto e, quindi, fuori uso.

Brescia-Bologna 3-4

Nella gara del Rigamonti, da rivedere due episodi. Al ’40, Gianluca Rocchi va a rivedere la rete di Bani per una sospetta posizione di offside. Tutto in regola e rete convalidata. Al ’50, un’altra rete del Bologna da rivedere: quella di Palacio. Infatti, il VAR controlla una possibile posizione di offside di Riccardo Orsolini ma, anche qui, tutto regolare.

SPAL-Lazio 2-1

A Ferrara, nella gara diretta da Gianapolo Calvarese, da rivedere il calcio di rigore assegnato alla Lazio al ’12. Infatti, su controllo in area di Caicedo, abbiamo un presunto tocco di mano di Tomovic, che gli porta via il pallone. L’arbitro assegna il penalty e, richiamato dal VAR, controlla anche la presunta posizione di offside di Parolo ad inizio azione. Tutto regolare.

Roma-Sassuolo 4-2

Nella gara dell’Olimpico, da rivedere solamente il calcio di rigore assegnato e poi tolto alla Roma al ‘2. Infatti, il direttore di gara Daniele Chiffi punisce la scivolata di Peluso ai danni di Kluivert. Richiamato dal VAR, torna sui suoi passi: il difensore sembra colpire prima la palla e poi il piede dell’olandese. Nessun dubbio anche per il rigore assegnato ai Rossoneri al ’63: braccio larghissimo di Gunter sul tiro di Calhanoglu. Corretta la decisione arbitrale, appoggiata anche dal VAR.

Verona-Milan 0-1

Nella gara del Bentegodi, diretta da Gianluca Manganiello, diversi interventi VAR e diversi episodi da rivedere. Al ’19, l’espulsione di Stepinski: gamba altissima dell’attaccante polacco, che colpisce in pieno volto Musacchio. Manganiello inizialmente dà il giallo, poi, richiamato dal VAR, opta giustamente per il rosso. Al ’93, poi, l’espulsione di Davide Calabria: Manganiello assegna ai gialloblù una punizione dal limite per la cintura di Calabria su Pessina, che cade in area. Decisione corretta, il VAR ha valutato che il fallo è cominciato appena fuori. Non convince, tuttavia, il rosso diretto, poiché non si era di fronte ad una chiara occasione da rete.

 

Andrea Fabris (@andreafabris96)

 

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI