Riprende il campionato e, con esso, riprende anche la nostra rubrica MoviolAA Serie A, dove analizziamo tutti gli episodi da VAR di giornata.

Roma-Torino 3-2

Nella gara dell’Olimpico, due gli episodi da rivedere. Il primo, al ’66, quando la Roma chiede un calcio di rigore per un presunto tocco di mano di Lyanco in area di rigore. In realtà, l’episodio è molto dubbio e difficile da giudicare, quindi, anche l’intervento VAR – che non c’è stato – avrebbe difficilmente risolto i dubbi. Il secondo, al ’74, quando sono i Granata a chiedere il tiro dal dischetto: infatti, Belotti lamenta una spinta di Fazio, con l’argentino che avrebbe spinto il Gallo contro il portiere Olsen. Il direttore di gara, Piero Giacomelli, lascia correre dopo silent check. Permangono dubbi.

Udinese-Parma 1-2

Alla Dacia Arena, da rivedere solamente il calcio di rigore assegnato agli emiliani all’8 e trasformato da Inglese. Il direttore di gara, Paolo Mazzoleni, infatti, richiamato dal VAR, ha assegnato il penalty per un contatto fra De Paul e Gervinho: il fallo dell’argentino, che sgambetta l’ivoriano, era molto evidente.

SPAL-Bologna 1-1

Nella gara di Ferrara, da rivedere un solo episodio: la rete annullata ad Antenucci al ’57. Infatti, su cross di Felipe, Petagna serve il capitano spallino, che batte il portiere. Dopo lungo consulto VAR, Michael Fabbri decide di annullare per posizione di offside dello stesso Antenucci. Decisione corretta.

Fiorentina-Sampdoria 3-3

Al Franchi, nella gara diretta da Marco Di Bello, un solo episodio da rivedere. Al ’67, durissimo intervento di Vitor Hugo su Saponara al limite dell’area di rigore. Il fallo è davvero violento: poteva starci anche il rosso. Tuttavia, il VAR non interviene, mentre il direttore di gara concede il vantaggio e non ammonisce nemmeno il calciatore a fine azione.

Napoli-Lazio 2-1

Nella tutt’altro che positiva direzione di Gianluca Rocchi al San Paolo, un solo episodio VAR da rivedere, ma molto pesante. Infatti, nei minuti di recupero, durissimo e scomposto intervento di Lulic ai danni di Malcuit. L’intervento è da cartellino rosso ma il VAR non richiama l’attenzione del direttore di gara, che si limita ad estrarre il cartellino giallo.

Andrea Fabris (@andreafabris96)

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI