Eccoci qui con un nuovo appuntamento della nostra rubrica MoviolAA Serie A. Nella puntata di oggi, riguardante l’undicesima giornata del nostro campionato, sono tantissimi e differenti gli episodi da VAR che andremo ad analizzare.

Inter-Genoa 5-0 

Ben tre gli episodi riguardanti la gara di San Siro. I primi due, riguardano la doppietta di Roberto Gagliardini. Nel caso della prima rete nerazzurra, il centrocampista italiano è in chiara posizione da offside, tuttavia, la netta e volontaria deviazione di Davide Biraschi, che tenta di giocare il pallone, lo rimette in gioco. Per quanti riguarda la seconda rete dell’ex-Atalanta, invece, ottimo lavoro del VAR, che vede la difficile posizione regolare di Ivan Perisic. Tuttavia, unica macchia sulla direzione di Paolo Valeri, il mancato giallo a Milan Skriniar al ’67: il calciatore slovacco, infatti, colpisce il pallone volontariamente con la mano.

Fiorentina-Roma 1-1

Al Franchi, invece, l’episodio più discusso della giornata: il rigore assegnato da Marco Banti alla Viola per il contatto fra Giovanni Simeone e Robin Olsen. Il Cholito tenta di saltare il portiere giallorosso e, nel mentre, si ha un contatto fra la gamba dell’attaccante viola e il volto del portiere capitolino. La lettura dell’episodio resta ancora molto dubbia, anche dopo la visione al VAR. VAR che, tra l’altro, non sarebbe potuto intervenire in quanto non ci si trova di fronte ad un errore chiaro ed evidente.

Juventus-Cagliari 3-1

Nella gara dell’Allianz Stadium, sono ben due gli episodi da vedere. Il primo riguarda il presunto calcio di rigore chiesto dai sardi per un fallo di mano di Mehdi Benatia. Il difensore marocchino, effettivamente, colpisce il pallone con il braccio, ma solamente dopo averlo deviato prima con la testa. Di conseguenza, da regolamento, non è calcio di rigore. Dall’altra parte, invece, evidente e volontario il tocco di mano di Filip Bradaric, che doveva essere puniti con il calcio di rigore e il cartellino giallo. Male qui, Maurizio Mariani.

Lazio-SPAL  4-1

Unico episodio da rivedere, il contatto fra Ciro Immobile e Federico Viviani allo scadere del primo tempo. Ci sono gli estremi per il cartellino rosso. Pessima lettura di Marco Guida qui, che nemmeno fischia  il fallo. Male anche il VAR, che non è intervenuto.

Udinese-Milan 0-1

Unico episodio da rivedere, l’espulsione di Bram Nuytinck. Da regolamento, il fallo del calciatore olandese è da giallo. Tuttavia, la dinamica dell’azione, che ha visto un fallo precedente dello stesso olandese ai danni di un calciatore del Milan – con vantaggio concesso – potrebbe aver portato il direttore di gara a optare per il rosso.

 

Andrea Fabris (@andreafabris96)

 

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI