Archiviato anche il weekend di Pasqua, è stato archiviato anche il 33esimo turno del nostro massimo campionato. Di conseguenza, eccoci qui, ancora una volta, con la nostra MoviolAA Serie A, pronti ad analizzare tutti gli episodi da VAR del weekend.

Parma-Milan 1-1

Nella gara del Tardini, diretta da Paolo Valeri, da rivedere due episodi. Al ’12, il Parma chiede un rigore per intervento in uscita di Donnarumma su Ceravolo. Valeri lascia correre fra le proteste ma, dopo un silent check, il VAR conferma. Infatti, il portiere rossonero prende pienamente il pallone, anticipando nettamente l’attaccante.  Al ’74, poi, viene annullata una rete a Cutrone. Infatti, Piatek, che gli serve il pallone, era in posizione di offside, come confermato dal VAR.

Bologna-Sampdoria 3-0

Al Dall’Ara, nella gara diretta da Maurizio Mariani, da rivedere due episodi. Al ’24, la Samp chiede un rigore per un presunto fallo di mano di Danilo. Episodio difficile da valutare, giusto lasciare correre. Al ’33, poi, viene annullata dal VAR una rete di Blerim Dzemaili: infatti, la palla crossata da Orsolini era già uscita dal campo.

Empoli-SPAL 2-4

Ad Empoli, altri due episodi. Al ’32, i padroni di casa chiedono un calcio di rigore per un fallo di mano di Cionek. Il braccio sembra palesemente largo, ma il direttore di gara lascia correre e non viene richiamato neanche dal VAR. Al ’36, poi, nell’altra area di rigore, Floccari viene atterrato da Nicolao, ma Marco Rocchi lascia correre. Questa volta, però,  viene richiamato dal VAR per andare a rivedere l’azione e di conseguenza fischia il calcio di rigore.

Lazio-Chievo 1-2

Nella gara dell’Olimpico diretta da Daniele Chiffi, da rivedere un calcio di rigore chiesto dalla Lazio al ’24: su punizione di Milinkovic-Savic, De Paoli colpisce il pallone con il braccio in area di rigore. Check del VAR, che lascia correre. Infatti, il braccio è steso lungo il corpo, non ci sono estremi per un calcio di rigore.

Inter-Roma 1-1

Nel big match di San Siro, diretto da Marco Guida, da rivedere due episodi. Al ’28, su cross di Florenzi dalla destra, Borja Valero, prima, colpisce di testa e, poi, col braccio largo. La Roma chiede il calcio di rigore, Guida lascia correre in attesa del check del VAR, che conferma – giustamente – la decisione del direttore di gara. Al ’40, poi, in area giallorossa, Borja Valero colpisce El Shaarawy, la palla arriva a D’Ambrosio che, a sua volta, viene steso da Kolarov. Inizialmente, l’arbitro indica il dischetto, poi, richiamato dal VAR, assegna il fallo in favore della Roma.

 

Andrea Fabris (@andreafabris96)

 

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI