Difficilmente vedremo ancora Alvaro Morata con la maglia della Juventus. La situazione si fa sempre più complicata e il numero 9 bianconero, intervistato da As, ha rilasciato dichiarazioni che lasciano intendere quale e dove sarà il suo futuro calcistico:

Juventus“E’ stata un’esperienza positiva. Ho vinto tutto ciò che si poteva vincere in Italia più volte, sono arrivato alla finale di Champions, fatto gol e cresciuto sia come giocatore sia come persona. Ora credo di essere un calciatore diverso rispetto a quando sono andato via dal Real Madrid. Ora ho dimostrato di poter giocare in una grande squadra, perché se ho giocato nella Juve…”.

Real Madrid: “Speriamo che tutto si risolva prima del 13, giorno dell’esordio della Spagna. Sarebbe un disagio essere qui e pensare di poter aiutare la propria nazionale con il telefono in mano, in attesa di una chiamata. E’ chiaro che mi piacerebbe tornare al Real Madrid e vincere qualcosa, è il mio desiderio, ma lì ci sono grandi giocatori. Quello che voglio è giocare e sentirmi importante”.

Il sogno di Alvaro però, potrebbe spegnersi qualora i Blancos decidessero di riscattare l’attaccante dalla Juventus solo per monetizzare. Dalla Premier sono pronti a darsi battaglia Arsenal, Manchester United e il Chelsea di Antonio Conte.

Inghilterra“Ho alcune offerte che mi tentano, ma non solo per il tipo di contratto. Credo che per le mie caratteristiche la Premier potrebbe essere una destinazione ideale. Con questo non intendo dire che voglio andar via dalla Juventus, ma l’Inghilterra non sarebbe di certo un passo indietro. Lì potrei diventare ancora più completo. Ho 23 anni e voglio ancora migliorare, giocare e imparare dai migliori”.

Se la squadra campione d’Europa prendesse la decisione di ricavare una plusvalenza, il bomber classe 92 nativo di Madrid, sarebbe felice anche di approdare in Premier League.
Tutte opzioni che vedono lontano Morata da Torino. Se non siamo agli addii, poco ci manca.