Mondiale per Club

Il Mondiale per Club è diventato da un paio d’anni la manifestazione delle sorprese: nel 2016 il Kashima Antlers eliminò tutti e si guadagnò la finalissima contro il Real Madrid, l’anno scorso l’Al-Jazira rischiò addirittura di eliminare i blancos di Cristiano Ronaldo, che poi ebbero vita facile contro il Gremio. Quest’anno, invece, avremo per la prima volta due semifinaliste asiatiche, che hanno compiuto un’eccezionale doppia impresa: l’Al-Ain padrone di casa, che aveva eliminato il Team Wellington dopo la rimonta dallo 0-3 (vincendo ai rigori), ha vita facile contro un’Esperance Tunis inconcludente e affronterà il River Plate. Sfida al Real Madrid e rivincita, invece, per il Kashima Antlers: i giapponesi hanno battuto a sorpresa il Chivas. Andiamo a scoprire il resoconto delle loro imprese. 

KASHIMA ANTLERS-CHIVAS 3-2: TRACOLLO DEI MESSICANIKashima Antlers e Chivas giocano a specchio, visto che Oiwa e Cardoso optano entrambi per il 4-4-2: Zaldivar e Pulido davanti, con Brizuela-Lopez sulle fasce e Pineda a impostare il gioco per i messicani, che sono il Bilbao della CONCACAF e non tesserano stranieri. Endo-Leandro sulle fasce e il brasiliano Serginho al fianco di Doi per i nipponici e campioni d’Asia. Ne esce una partita piacevole, che si sblocca subito: i Chivas, privati dal calciomercato di Rodolfo Pizarro (Monterrey) e del tecnico della Concachampions Matias Almeyda (San Josè Earthquakes, MLS), approfittano della mal piazzata difesa avversaria e trovano la rete già al 3′. Cross dalla fascia e testa di Zaldivar, che spiazza il portiere sudcoreano Kwon Sun-Tae. Sembra tutto già scritto, col Chivas destinato a controllare e passare, e forse lo pensano anche i messicani, che abbassano la guardia: il Chivas de Guadalajara non affonda ulteriormente, e viene rimontato nella ripresa da un Kashima Antlers capace di giocare bene a calcio.

Pareggia Nagaki al 49′, manda in vantaggio il Kashima Antlers il rigore di Serginho al 69′, dopo un fallo evidente: serve la rete che blinda il passaggio del turno, e arriva all’84’ col gran tiro a giro di Abe. Kashima avanti 3-1, e a nulla vale la rete finale del Chivas: dopo che Kwon para un rigore ai messicani, ecco l’autorete sfortunata di Leo Silva per anticipare un avversario. Siamo al 94′, e non c’è più tempo per rimontare: Kashima Antlers alla semifinale contro il Real Madrid, Chivas out e condannato all’inutile finalina per il 5°-6° posto.

ESPERANCE TUNIS-AL AIN 0-3: FIGURACCIA PER GLI AFRICANI, APOTEOSI PER GLI EMIRATINI– Ci si aspettava molto dall’Esperance Tunis del giovane tecnico Chaabani, che è campione d’Africa e di fatto ha in rosa i migliori giocatori della nazionale tunisina, e invece ecco la grande delusione. Mamic schiera il suo Al-Ain con un 4-4-2 che vede davanti Caio ed El Shahat (nuovamente out Berg, subentrato), ed è improntato sulle ripartenze contro il 4-2-3-1 avversario: per l’Esperance invece Badri, Chalali e Belaili alle spalle del centravanti Khenissi. Tatticamente l’Esperance Tunis è più offensiva, e questo è un suicidio assoluto contro una formazione votata al contropiede com’è l’Al-Ain: i padroni di casa, che stavolta non giocano esattamente nel loro stadio (ma ad Abu Dhabi), la sbloccano al 2′ col colpo di testa di Mohamed Ahmed, e rischiano di dilagare. El Shahat si mangia il possibile 2-0, e lo trova al 16′.

Bello il suo tiro dalla media distanza, che lo premia dopo qualche errore di troppo sottoporta: d’altronde non è un attaccante, ma resta il secondo miglior realizzatore della squadra e l’ha dimostrato. Al-Ain avanti 2-0 al 16′ dunque, e di fatto la partita è finita: l’Esperance Tunis reagisce solo con un tiro-cross casuale, che va a stamparsi sulla traversa, e vanifica con una totale inconcludenza il dominio nel possesso palla (62% contro 38%). Un possesso che è sterile e inutile, visti i risultati: l’Al-Ain si difende bene, controlla e riparte, trovando il tris col tap-in di Bandar sull’assist di Caio al minuto 60. Gioco, partita, incontro: emiratini in semifinale contro il River Plate, Esperance Tunis malamente out e condannata alla finalina per il 5° posto. 

PROSSIME GARE

Martedì 18 dicembre, h. 14.30- Finale 5°-6° posto: Esperance Tunis-Chivas

Martedì 18 dicembre, h. 17.30- Semifinale: Al-Ain-River Plate

Mercoledì 19 dicembre, h. 17.30: Semifinale- Kashima Antlers-Real Madrid. 

(di Marco Corradi, @corradone91)

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU: AGENTI ANONIMI.