E’ un giorno storico per il Milan, con l’addio di Silvio Berlusconi e l’arrivo della nuova proprietà cinese a prendere il controllo della società. E allora si inizia subito a cercare notizie, ipotizzare e fantasticare, su chi potrebbero essere i primi colpi sul mercato di questo nuovo ciclo rossonero. Uno dei nomi più caldi è stato sempre quello di Sead Kolašinac, in passato accostato anche alla Juventus, terzino sinistro tedesco naturalizzato bosniaco classe 1993, attualmente in forza allo Schalke 04, con cui però le trattative per il rinnovo di contratto in scadenza a giugno, sono ormai terminate da tempo con il giocatore che è da qualche mese in cerca di una nuova squadra in cui accasarsi. Negli ultimi giorni, con il closing ormai alle porte e con una programmazione da portare avanti per poter avere una rosa competitiva già dalla prossima stagione, il fluidificante sembrava essere ormai prossimo a diventare un giocatore del Milan, che aveva avanzato all’entourage del giocatore un’offerta da tre milioni di euro annui.

Ma non sarà così facile portare Kolašinac all’ombra della madonnina, vista la folta concorrenza che va ad aumentare giorno dopo giorno. Stavolta però, non si tratta di rumors, o di semplici interessamenti, bensì pare che l’Everton abbia avanzato un’offerta che potrebbe far saltare tutti i discorsi portati avanti dalla dirigenza rossonera con Petralito, intermediario della trattativa. A fronte dell’offerta cinese, quella inglese è da pelle d’oca: un contratto da 5,8 milioni di euro all’anno, che pare abbia spiazzato tutti anche il Milan, che per ora è fermo sui tre milioni. Fondamentale allora in questo caso, sarà la volontà del giocatore, che dovrà decidere quale progetto abbracciare. Il bosniaco è uno dei piatti forti di questo calciomercato, non a caso nella finestra di mercato invernale anche Antonio Conte, aveva messo gli occhi sul calciatore. Destinato a diventare un grande o una semplice meteora? Questo ce lo dirà solo il tempo, ma i rossoneri fanno sul serio, cercando giocatori che almeno momentaneamente sono di alto profilo sul mercato, come non succedeva da qualche anno a questa parte.

a cura di Alessandro Tagliaboschi (@Alefr95)

PER TUTTE LE NOTIZIE E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI