Mancano gli ultimi dettagli prima della definizione dell’affare Higuain. Tutto fatto per quanto riguarda lo scambio Bonucci-Caldara

Ultimo giorno del mese di luglio e con ogni probabilità ultimo giorno di allenamento con la Juventus per Gonzalo Higuain, arrivato ieri alla Continassa con una parte dei reduci dal Mondiale in Russia. Infatti, dopo la serie di incontri tra le parti in causa nella giornata di ieri, mancano solamente le incombenze formali di rito prima dell’ufficialità. Il Pipita sarà un nuovo giocatore del Milan, con buona pace dei tifosi bianconeri che per la verità lo avevano metaforicamente salutato nel momento in cui Cristiano Ronaldo era atterrato sul pianeta Juve.

L’operazione si perfezionerà con un prestito oneroso tra i 15-20 milioni di euro e diritto di riscatto fissato sulla rimanenza che permetterà alla Vecchia Signora di incassare in totale 54 milioni. Nel pomeriggio è previsto un incontro tra il direttore tecnico rossonero Leonardo ed il fratello-agente di Higuain così da mettere nero su bianco i dettagli contrattuali, dopodiché il giocatore saluterà i suoi compagni e svuoterà l’armadietto nello spogliatoio.

Come è risaputo, parallelamente a questo affare di mercato viaggia il clamoroso scambio Bonucci-Caldara. Ebbene, contrariamente da quanto abbiamo riportato ieri, non ci sarà la ‘recompra’ per quest’ultimo e rimane da definire se lascerà immediatamente la tournée che vede impegnata la Juventus negli Usa (Atlanta) per raggiungere il Milan attualmente in California. Bonucci, invece, compierà il percorso inverso con tanto di decurtamento dell’ingaggio: dai 7,5 milioni di euro percepiti in rossonero ai 5 a stagione che guadagnerà a Torino.

Prossime ore, dunque, decisive per incastrare tutti i pezzi del puzzle. A diciassette giorni dalla chiusura del calciomercato in Italia, chissà che non ne vedremo ancora delle belle.

Antonio Alicastro