Benvenuti cari lettori di Agenti Anonimi in questo speciale approfondimento dedicato al big match della 13esima giornata di Serie A, il Derby della Madonnina tra Milan e Inter. Ora andremo ad analizzare la partita ai raggi x, confrontando i 22 giocatori che scenderanno in campo ruolo per ruolo. La regola è sempre la stessa: 1 se a vincere sarà un rossonero, 2 se il punto andrà ad un nerazzurro ed X se il confronto terminerà in pareggio.

Donnarumma – Handanovic X

Sarà uno scontro alla pari quello tra il giovane portiere rossonero e il più collaudato collega interista. Nonostante la differenza di età ed esperienza Gigio ha il destino dalla sua e soprattutto delle qualità fisiche e tecniche sopra alla media. L’esperienza e le capacità di Handanovic equilibrano però lo scontro tra i due.

Abate – D’Ambrosio 1

Il capitano rossonero vince la sfida con il collega nerazzurro. Abate sta facendo fino ad ora una buona stagione, sia in fase offensiva che in quella difensiva. D’Ambrosio non riesce ancora a trovare il proprio equilibrio in campo e viene da prestazioni poco convincenti.

Paletta – Miranda 2

Nonostante l’ottimo avvio di stagione dell’italo-argentino, il centrale brasiliano vince il confronto. Nonostante qualche prestazione sottotono è sempre uno dei migliori in campo e da sicurezza che Paletta senza Romagnoli non riesce a dare.

Gomez – Murillo 2

Lo scontro tra sudamericani se lo aggiudica il colombiano. Nonostante prestazioni non certo convincenti, Gomez non è un difensore da Milan e commette ancora troppi errori e spesso banali, non dando sicurezza alla retroguardia rossonera. Murillo d’altra parte quando è in forma dimostra di essere uno dei migliori difensori in circolazione.

De Sciglio – Ansaldi X

Ansaldi sta dimostrando di valere la maglia nerazzurra: nonostante le difficoltà, ha qualità, sostanza, spinge e difende bene. De Sciglio, in questo avvio di stagione, non è di certo da meno… Quindi lo scontro tra i due, per noi, finisce con una parità.

Kucka – Brozovic X 

Confronto abbastanza difficile da inquadrare. Kucka è stato una delle più piacevoli sorprese del Milan di questo inizio di stagione e ormai il centrocampo rossonero difficilmente riesce a fare a meno dello slovacco. Brozovic, invece, ha avuto qualche problema in questo avvio di stagione a causa della non buona convivenza con l’ex tecnico De Boer, ma il suo talento non è di certo in dubbio tanto che il nuovo allenatore Pioli lo ha già inserito nel suo undici ideale e sarà infatti titolare in questo importante derby. Sfida che termina in parità.

Locatelli – Medel 1

Sfida molto interessante tra due giocatori diversi. La classe del giovane Locatelli, contro la grinta del Pitbull Medel. Il 18enne rossonero si è preso di forza la guida del centrocampo rossonero, grazie anche allo sfortunato infortunio di Montolivo. Locatelli sta dimostrando una grande personalità per un ragazzo di soli 18 anni, segnando anche goal pesanti come contro il Sassuolo e la Juventus. Il Pitbull nerazzurro, invece, quest’anno sta faticando a trovare un rendimento continuo davanti alla difesa e anche lui ricercherà la miglior condizione grazie al nuovo allenatore Pioli. Questo confronto, secondo noi, lo vince Locatelli e quindi punto al Milan.

Bonaventura – Joao Mario X

Sfida in assoluta parità. Bonaventura e Joao Mario sono i due giocatori migliori del centrocampo delle due squadre. L’italiano e il portoghese sono una sorta di “tuttocampisti” perché li possiamo trovare in attacco e un attimo dopo già in difesa. Inoltre Bonaventura e Joao Mario hanno anche diversi numeri interessanti nelle loro corde e con un colpo di genio possono sbloccare questo equilibratissimo Derby di Milano.

Suso – Candreva X

Il confronto tra il 22enne spagnolo e l’esterno della Nazionale italiana finisce in parità. Il primo sembra definitivamente maturato: sa come far male, possiede grande tecnica ed ha iniziato nel migliore dei modi la stagione. Il secondo, sulla fascia destra, crea tanto, da fiato ai polmoni e butta tanti palloni in area di rigore.

Bacca – Icardi 2

Si, è vero. Il centravanti colombiano è il capocannoniere del Milan con sei reti all’attivo, ma partecipa poco alla manovra e spesso capita che si estranei dal gioco. Il suo collega, invece, è imprescindibile per l’Inter. Dieci dei sedici gol realizzati dai nerazzurri in campionato portano la firma di Mauro Icardi. Un dato che non lascia spazio a dubbi: se non segna il capitano, la squadra fatica tremendamente a trovare la via della rete.

Niang – Perisic X

Confronto davvero equilibrato. Tanta qualità sulle corsie laterali sia per il Milan che per l’Inter. Il 21enne francese è esplosivo e veloce… Unica pecca il carattere. Se riuscirà a crescere sotto questo aspetto, di certo potrà imporsi a grandi livelli. L’esterno croato, dall’altro lato della barricata, rappresenta una spina nel fianco per tutti gli avversari. Tanta quantità e qualità nelle giocate. Nota negativa la continuità.

Secondo la nostra analisi vince l’equilibrio grazie a 6 pareggi sugli 11 confronti totali contro i 3 scontri vinti dall’Inter e i 2 successi del Milan. Quindi questo big match, come ogni derby, si preannuncia molto tirato, difficile da pronosticare e potrebbe essere deciso anche da qualche protagonista inaspettato. Vi ringraziamo per la vostra attenzione e… che vinca il migliore!

a cura di Antonio Alicastro, Stefano Pietrarelli, Valerio Pennati

PER TUTTE LE NOTIZIE E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI

Milan vs Inter (Raggi X)