Dopo Shevchenko, Torres e Crespo, anche Higuain percorrerà la tratta Milano-Londra?

Anche se siamo solo a gennaio, a Milano sono ore caldissime. Effetto del riscaldamento globale? Macché: solo un po’ di calciomercato! Le ultime voci, infatti, danno quasi per fatto il passaggio di Gonzalo Higuain dal Milan al Chelsea. Il Pipita potrebbe così riabbracciare Maurizio Sarri, il quale ha fortemente richiesto l’attaccante.

Tuttavia, non è la prima volta che un giocatore si trasferisce da San Siro allo Stamford Bridge (o viceversa). Ecco alcuni degli affari che, negli ultimi anni, hanno infiammato l’asse Milano-Londra.

Hernan Crespo

Arriva in prestito al Milan, nella stagione 2004/2005, dopo una parentesi poco felice al Chelsea. In rossonero, l’attaccante argentino mette a segno 18 gol in 40 partite. Due di questi, nella sfortunatissima finale di Champions League contro il Liverpool (persa 4-3). L’estate successiva, prende di nuovo l’aereo per Londra e va a conquistare la Premier League con i blues nel 2005/2006.

Andriy Shevchenko

Dopo sette stagioni in rossonero, l’attaccante ucraino si trasferisce alla corte di Abramovic per la modica cifra di 45 milioni di euro. Rapportata ai prezzi dell’epoca, si tratta di una somma abbastanza rilevante. Sheva, però, non riesce a ripagare pienamente le aspettative di club e tifosi, tanto che è costretto a fare ritorno a Milano dopo appena due anni.

Fernando Torres

Sebbene abbia contribuito alla vittoria della prima (e unica, finora) Champions League con il Chelsea, non si può dire che El Niño abbia lasciato ricordi eccezionali a Londra. Per questo e per altri motivi, passa al Milan nel 2014, dove tuttavia è succube della ”maledizione del numero 9”. Dopo sei mesi (conditi da un gol in 10 presenze), fa dunque ritorno in patria, all’Atletico Madrid.

Van Ginkel

Il giovane centrocampista olandese viene acquistato dal Chelsea nel 2013. Complice un grave infortunio, vede pochissimo il campo e così viene ceduto in prestito al Milan. In rossonero, il ragazzo fa fatica a scalare le gerarchie di Filippo Inzaghi. Riesce comunque a collezionare 17 presenze ed una rete.

Mario Pasalic

Giunge a Londra nel 2014 e viene subito girato in prestito. Dopo due anni non ancora convincenti, sono i dirigenti rossoneri a concedergli un’opportunità nella stagione 2016/2017. Nonostante un bottino di 27 partite e 5 reti (cui si somma il rigore decisivo nella Supercoppa Italiana contro la Juventus), il croato non viene riconfermato e torna alla base.

Senza dimenticare i vari Cudicini, Essien e Bakayoko…

Insomma, se il trasferimento di Higuain dovesse davvero concretizzarsi, entrerebbe di diritto nel club dei Blues Brothers. Per l’ufficialità e le cifre, però, bisogna ancora aspettare: prima di tutto, c’è da stampare (ancora una volta) un biglietto Milano-Londra

A cura di Samuel Giuliani (9Giuliani)