Dopo qualche settimana dal termine della Coppa d’Africa, finalmente è ufficiale, Ismael Bennacer è un nuovo giocatore del Milan. All’Empoli vanno 16 milioni di euro, più uno di bonus. Arriva dunque il quarto rinforzo per Giampaolo, dopo gli acquisti di Hernandez, Krunic e Leao.

Personalità e talento pronto a esplodere

Le sue prestazioni con l’Algeria parlano da sole, tre assist all’attivo e il premio come miglior giocatore del torneo. Niente male per un ragazzo classe ’97, con solamente 16 presenze in nazionale. Con la sua visione di gioco e la sua tecnica ha contribuito in modo determinante alla vittoria della Coppa d’Africa 2019. Non è uno di quei giocatori con il vizio del gol  ma il suo contributo, facendo girare la palla e con i suoi assist lo da comunque. Probabilmente Giampaolo lo impiegherà per l’appunto come regista, vista la dubbia permanenza di Biglia.

Sali e scendi, tra Francia, Arsenal, Empoli e Milan

Ha iniziato con le giovanili dell’Arles-Avignon, la squadra della sua città natale, dove brucia le tappe, e segna all’esordio con la prima squadra contro il Red Star, nella partita persa per 2-1. L’Arsenal intravede il suo talento e lo acquista nell’estate del 2015, per poi girarlo in prestito di nuovo in Francia, ma questa volta al Tours, in Ligue 2, seconda serie francese. Chiuderà la stagione con 16 presenze e un gol.

Dopo il rientro dal prestito, il 21 agosto 2017, l’Empoli lo acquista dai Gunners a titolo definitivo. E qui Ismael dimostra il meglio del suo repertorio, diventando una pedina fondamentale nella scacchiera dell’Empoli. Collezionerà 39 presenze, due gol e contribuerà in modo determinante alla vittoria del suo primo campionato italiano di Serie B. La stagione in Serie A finisce con una retrocessione della sua squadra, ma risulta essere tra i giocatori più utilizzati in campionato, saltando solamente una partita per squalifica.

Krunic e Bennacer di nuovo insieme

Si sono ritrovati al Milan, Krunic e Bennacer.  Compagni di reparto all’Empoli, e ora anche al Milan. Giampaolo conta molto su di loro per rilanciare il nuovo Milan che sta nascendo, con dei giovani vogliosi di mostrare quanto valgono con una delle maglie più gloriose del calcio, in Italia, ma soprattutto nel mondo.