Non si terrà venerdì 3 marzo il tanto atteso closing che avrebbe sancito il cambio di proprietà del Milan: sembrava tutto fatto, ma, nella giornata di oggi, sono emersi altri problemi (uno degli investitori si sarebbe sfilato dalla cordata) che hanno obbligato la Sino Europe Sports a chiedere un altro mese di tempo a Fininvest.

L’holding fondata da Silvio Berlusconi ha accettato la richiesta del gruppo cinese, concedendo una proroga che scadrà  a ridosso del derby del 15 aprile, ma, al tempo stesso, ha fissato una nuova caparra di 100 milioni che SES dovrà versare nelle casse di Fininvest, come già avvenuto per gli altri 200.
Sembrava tutto fatto, ma ancora non ci siamo: il closing subisce un altro rinvio, con la speranza, da parte di entrambe le parti, che sia davvero l’ultimo.

A cura di Francesco Cisternino