Continua l’appuntamento settimanale riguardante la Serie A e quella che è stata, per me, la squadra della settimana ( formata dai giocatori migliori e peggiori ). Sceglierò, poi, ” the 3 best players ” e ” the 3 worst players ”, dando un’occhiata ai 3 veri top e flop in assoluto della giornata. Seguirà anche un breve riepilogo delle partite, vedendo le ” certezze ” e le ” sorprese ” del turno. Se avete perso la giornata precedente e volete dare un’occhiata, cliccate qui. Andiamo a vedere i migliori e peggiori della quindicesima giornata di serie A.

Quindicesima giornata di serie A: le certezze…

Con un uomo in meno, per espulsione di Tonali, il Milan vince (2-0) grazie a Kessiè e ad un gran goal di Leao, guadagnandosi la copertina delle certezze; la sponda nerazzurra di Milano, però, non è da meno e batte il Crotone con un sonoro 6-2; L’Atalanta mette da parte il problema ”Papu” e vince contro il Sassuolo per 5-1, annullando completamente gli avversari; vince anche l’Hellas Verona, di misura, contro lo Spezia: 1-0; a seguire, vincono anche Napoli (4-1 vs Cagliari), Roma (1-0 vs Samp) e Juventus (4-1 vs Udinese).

… e le sorprese

Il Torino doveva vincere, per respirare un po’ in una zona di classifica molto calda, e c’è riuscito: 3-0 vs Parma; Pareggia, invece, la Lazio di Inzaghi, confermando il periodo positivo senza riuscire a ribaltarlo: 1-1 col Genoa; pareggia anche la Fiorentina, con un Bologna un po’ impreciso: 1-1.

Passiamo, adesso, ai singoli della giornata.

 

The 3 best:

3. Gianluigi Donnarumma

Con un Benevento che si trova, 30 minuti dopo, in vantaggio numericamente, Gigio deve superarsi e proteggere il vantaggio rossonero a tutti i costi. Tolto il rigore di Caprari, dove sbaglia l’angolo ma viene graziato dall’errore del giocatore, Donnarumma colleziona parate su parate, con qualche miracolo in alcune situazioni (come su Letizia). Qualche problema sul rinnovo c’è, ma questo portiere è davvero un diamante prezioso che non va lasciato a zero.

Voto: 8

2. Poitr Zielinski

Un piacere per Gattuso veder giocare per il Napoli un centrocampista come Zielinski. Un giocatore che riesce ad abbinare qualità e quantità nelle sue giocate. Contro il Cagliari, due belle reti: la prima da fuori area, con un mancino che sorprende Cragno; sul secondo, invece, raccoglie l’assist di Di Lorenzo, dribbla il difensore con una finta e segna (goal numero 3 in campionato).

Voto: 8.5

1. Duvan Zapata

La partita la indirizza praticamente lui: doppietta, assist e uomo partita nella gara fra Atalanta e Sassuolo. Il primo goal arriva con un controllo in area ed un tiro secco sul palo destro (85esimo in Serie A). Prende, poi, un palo su assist di Palomino. Poi, approfitta del l’assist di Pessina e fredda Consigli nuovamente (86esimo goal in serie A). Infine, sponda per Gosens (4-0).

Voto: 9

 

Passiamo ai flop:

 

The 3 worst:

3. Arturo Vidal

Sembrerà quasi un copia ed incolla il commento di Vidal e Tonali, ma è doverosa: Arturo non sta rendendo come si aspettava Antonio Conte, che tanto lo ha richiesto alla dirigenza nerazzurra nelle varie sessioni di mercato. E, col Crotone, cade ingenuamente nel suo (ennesimo) errore difensivo: pestone e rigore del 2-2 (vinta poi 6-2, ndr.). Non è tanto l’errore in sè, quanto però GLI errori che si accumulano giornata dopo giornata. Anche Arturo, probabilmente, ha portato all’uscita dalla Champions League. E questo perchè, da un giocatore come lui, non sono più così tanto perdonabili certe sbavature.

Voto: 5

2. Sandro Tonali

Stesso voto di Vidal per Tonali. Non è una bocciatura pesante, ma l’espulsione con il Benevento per una sua disattenzione e qualche prestazione così così mi porta a doverlo riprendere. Il Milan ed i suoi tifosi non hanno ancora visto il vero Sandro Tonali, quello tanto ammirato e sognato da tutti a Brescia. Però, la prima parte di stagione con i suoi nuovi colori non è stata il massimo, complice anche l’ambientamento da pagare. L’espulsione lo farà crescere, come anche la rimproverata che gli avrà fatto Pioli.

Voto: 5

1. Simone Iacoponi

Il peggiore di questo turno è stato, a parer mio, Simone Iacoponi del Parma. Il terzino italiano ha molte colpe in occasione delle reti segnate dal Torino (partita finita 3-0 per il Torino, ndr.). Giornata ”no” per Iacoponi poichè soffre più volte l’inserimento degli attaccanti e facendosi saltare più volte.

Voto: 4.5

 

Termina qui l’analisi sulla quindicesima giornata di Serie A. Cosa ne pensate? Fateci sapere la vostra con un commento. Al prossimo appuntamento!