Mertens pronto a giocarsi lo scudetto con la Juventus

8 vittorie su 8 partite per la Juventus di Allegri e che sembra inarrestabile. Subito dietro ai bianconeri c’è il Napoli di Ancelotti che, dopo un avvio un po’ cupo, sembra stia trovando la quadratura perfetta. Nonostante la sconfitta rimediata a Torino, i partenopei proveranno ad insidiare i bianconeri fino all’ultima giornata.

Dries Mertens è convinto che anche gli azzurri possano dire la loro e lottare per lo scudetto, come racconta alla Gazzetta dello Sport: “Per lo scudetto c’è anche il Napoli. La Juventus affronterà qualche difficoltà e noi dovremo essere bravi ad approfittarne. Anche altre squadra sono molto forti, penso soprattutto all’InterChampions? Gruppo duro, ma vogliamo passare il turno. Siamo in corsa dopo la vittoria sul Liverpool”.

L’attaccante belga ha anche analizzato la sconfitta contro la Juventus: “È stata una partita molto sfortunata, ma il Napoli ha dimostrato di esserci. Ce la siamo giocata ed è giusto puntare al massimo. Loro hanno fatto grandi acquisti e forse sono più forti di prima, ma onestamente non mi hanno ancora convinto del tutto. A Torino abbiamo provato a vincere senza paura”.

Ancelotti e Sarri –  “Dopo il Mondiale ero stanco, arrivare in ritardo non è stato facile. Ho parlato con Ancelotti spiegandogli che all’inizio avrei preferito essere gestito. Quindi, mi raccomando: scelta mia, non tecnica. Con Ancelotti c’è un bel rapporto e il lavoro prosegue. Le vittorie con Liverpool e Sassuolo ci hanno dato fiducia, perché ottenute cambiando tanto. Tutti coinvolti, ognuno di noi ha risposto. SarriMi divertivo e il suo gioco era scritto sul mio corpo. E questo discorso non c’entra assolutamente nulla con Carlo col quale, come detto, ho un ottimo rapporto”.

Cessione in estate “Se in estate potevo andare via da Napoli? Qualcosa c’era, ma nulla è stato preso in considerazione. Sono felice a Napoli, lo dico da sempre. Voglio far bene qui, ho un contratto fino al 2020”.

Marco Pirola ( @marcopirola_ )