Il Milan, almeno in Italia, è stato uno dei club più attivi in questa finestra di calciomercato. Numerosi sono stati infatti i giocatori arrivati alla corte di Vincenzo Montella.

Il giudizio dei più relativo alle operazioni dei dirigenti Fassone e Mirabelli è stato positivo. Ma non per tutti.

Un parere negativo arriva da Andriy Shevchenko, ora CT dell’Ucraina ma da giocatore pilastro e simbolo del Milan di Carlo Ancelotti. In rossonero, con cui ha vinto anche uno scudetto e una Champions League, ha segnato un totale 175 gol.

Queste le parole dell’ex attaccante, rilasciate al sito sportivo ucraino www.football.ua: “Non so cosa aspettarmi da questo mercato del Milan. Due sono i modi per ottenere i risultati: quello programmato e quello improvvisato. Per me ci sono azioni confusionarie al Milan, non esiste un piano stabilito. Mister Vincenzo Montella aveva una certa visione e strategia, ma in questo lasso di tempo avrebbero dovuto muoversi più velocemente. Poi ci sono così tanti nuovi giocatori. Acquistano un calciatore per una certa posizione e un mese dopo qualcuno ne arriva un altro nello stesso ruolo. Si tratta di decisioni improvvisate“.

Conclude Shevchenko: “A ogni modo, auguro il meglio a questo club, perché lo considero la mia stessa squadra“.

Raffaele Campo (@CampoRaffaele)