“Finale di Champions contro la Juventus? Ci metterei la firma ora”. Kylian Mbappè non ha dubbi sul salto di qualità compiuto dai bianconeri con l’arrivo di Cristiano Ronaldo e, intervistato dalla Gazzetta dello Sport, si dice pronto alla sfida.

L’arrivo di CR7 è stato importantissimo – prosegue l’attaccante del Paris Saint Germainil calcio italiano è tornato in primo piano. La Serie A è sempre stata un grande campionato, ma adesso la gente si appassionerà ancora di più. Anche io ora la seguo più spesso. Alla Juve mancava poco per essere completa e per lui si è trattato di una grande opportunità. Ci hanno guadagnato entrambi, insomma, e ora possono fare qualcosa di importante“.

Ma la Champions è appena iniziata e prima di guardare alla finale del 1° giugno al nuovissimo Wanda Metropolitano di Madrid c’è da superare una fase a gironi. In cui il Psg è in un girone tutt’altro che morbido: “Il girone è difficile ma è la natura della Champions: tutte le più grandi squadre europee la vogliono. Il Liverpool sarà il nostro principale rivale, ma ho buone sensazioni e anche il Napoli sarà un avversario duro. E’ una squadra che pressa alto, dovremo dare il massimo. So di cosa parlo: in amichevole con il Monaco ci rifilarono un 5-0. Ancelotti ha una precisa filosofia calcistica e a Napoli c’è un tifo fantastico“.

Poi Mbappè, 19 anni e protagonista del Mondiale di Russia vinto con la Francia, spiega la scelta del Psg di collaborare con il marchio Jordan: “E’ un’opportunità eccezionale ma anche una responsabilità in più. Anche per me è una fonte di ispirazione, ma il Pallone d’Oro non è una fissazione. Preferisco dare il massimo sul campo e vedere dove questo mi porterà. Il modo migliore per debuttare con questa casacca sarà martedì sera ad Anfield contro una big d’Europa“.

Stefano Francescato