Chi l’avrebbe mai detto? Eppure Maxwell, vecchia conoscenza del calcio italiano (dal 2006 al 2009 ha vestito le maglie di Empoli ed Inter) è il giocatore più vincente della storia del calcio. Il terzino brasiliano ha vinto ovunque abbia giocato : Italia, Franca, Olanda, Spagna e anche Brasile. Il totale dei trofei alzati dall’ex Barcellona ammonta a 36. Si comincia con la Coppa del Brasile, con il Cruzeiro; poi, il grande salto in Europa lo porta all’Ajax, dove vince due campionati, due coppe d’Olanda e due Supercoppe. Nel 2006 arriva il momento del calcio italiano; dopo la sbiadita esperienza all’Empoli (0 presenze anche a causa di un infortunio), Maxwell si trasferisce a Milano, sponda nerazzurra, e ricomincia a fare ciò che gli riesce meglio: vincere. Nel Bel Paese il terzino colleziona 3 scudetti e 2 Supercoppe, quanto basta per rispondere “sì” alla chiamata del Barcellona che diventa il terzo club (dopo Ajax ed Inter) a farlo giocare con Zlatan Ibrahimovic, suo grande amico.

In Spagna Maxwell vince tutto: due campionati, tre Supercoppe, una Champions League, due Supercoppe Uefa e due Mondiali per club, per un totale di 10 titoli. Nel 2012, il club blaugrana lo cede al PSG (dove il brasiliano gioca ancora oggi). Guarda caso, pochi mesi dopo arriverà anche il suo compagno di sempre, Ibrahimovic. All’ombra della Tour Eiffel Maxwell alza ben 14 trofei, l’ultimo dei quali (la Coppa di Lega) quattro giorni fa. Si arriva così a 36 trofei, uno per ogni anno di vita: superati Giggs e Messi in questa speciale classifica, ora Maxwell potrà godersi il primato. A sorpresa, in punta di piedi, è diventato il più vincente di sempre.

A cura di Francesco Cisternino