Neanche il tempo di salutare la Juventus, che Giuseppe Marotta pare essersi rimesso al lavoro, in attesa di celebrare questo matrimonio ormai quasi certo con l’Inter. Uno dei primi obiettivi dell’ex D.G. bianconero sarebbe infatti Sandro Tonali, centrocampista classe 2000 di proprietà del Brescia e fresco di convocazione con la Nazionale del C.T. Roberto Mancini.

Sul talento originario di Lodi però ci sono anche le attenzioni della squadra mercato juventina, con Fabio Paratici che – come riportato dalla Gazzetta dello Sportda tempo intrattiene discorsi in merito al trasferimento del promettente mediano col presidente della club lombardo, Massimo Cellino

Lo stesso ex patron di Cagliari e Leeds, però, non sembra affatto convinto di voler cedere il suo gioiellino, in quanto lo reputa necessario per condurre il Brescia nella massima serie: “Se Tonali vuol restare a Brescia – dice Cellino nell’intervista rilasciata a Tuttosport – io sono disposto a tenermelo per sempre. In ogni caso mi piacerebbe godermelo un altro pò e centrare la promozione in A”.

Del ragazzo, che inizialmente non era titolare neanche nella formazione Primavera, il presidente ha seguito tutto il percorso: “Lo notai e dissi a Boscaglia di portarlo in prima squadra. E’ un regista moderno che possiede il dinamismo della mezzala, ha la modestia del mediano dai piedi quadrati e la qualità del fuoriclasse. Spero di vederlo protagonista in un top club italiano per far rinascere il nostro calcio. A lui ho detto che è il futuro dell’Italia, ma il suo presente è a Brescia.

La quotazione del giovane centrocampista dunque è destinata a schizzare verso l’alto, anche a seguito dell’apprezzamento ricevuto da squadre di campionati esteri, col Chelsea di Maurizio Sarri su tutte. Il prezzo del cartellino di Tonali dovrebbe ad oggi aggirarsi intorno ai 20 milioni di euro, ma, con estrema probabilità, l’asta che andrà a scatenarsi porterà ad un ulteriore aumento del suo valore.

E.Menegatti (@44gattdernesto)