È passata una settimana, e dunque rieccoci con Locos por los fichajes, la rubrica con cui seguiremo passo dopo passo, settimana dopo settimana, i principali e più interessanti movimenti del mercato sudamericano: Argentina e Brasile, ma non solo, perchè il mercato sudamericano s’incrocia troppo volte con quello europeo e porta spesso a grandi rivoluzioni, e dunque merita d’essere seguito con grande attenzione e curiosità. Lo faremo ogni giovedì, ed ecco dunque le trattative più interessanti di questa settimana nei vari paesi del continente sudamericano!

ARGENTINA: NANDEZ-BOCA DIVENTA REALTÀ, QUANTE USCITE PER LA PRIMERA!– Il campionato argentino inizierà in questo weekend, e dunque il mercato dovrebbe diminuire d’intensità, ma non sta succedendo nulla del genere: i club argentini sono sempre scatenati, ancor di più dopo che l’AFA ha dato ufficialmente il via libera al quinto straniero. Un placet che ha reso possibile l’approdo di Nahitan Nandez, che ha svolto le visite ieri e firmerà in giornata col Boca Juniors (4mln per il 60%), che è attivo anche in uscita: gli xeneizes mandano Zuqui all’Estudiantes, che lo acquista per sostituire Ascacibar che è ufficialmente dello Stoccarda per 8.5mln, e il Chelo Torres in prestito al Talleres per crescere e tornare rafforzato, mentre Solis può andare all’Huracan con Abila. Il River Plate risponde colmando uno dei tasselli restati vuoti dopo la sospensione definitiva per Martinez Quarta e Mayada, che sono risultati positivi anche alle controanalisi e attendono la squalifica: il primo era stato rimpiazzato richiamando Barboza dal Defensa, il secondo viene sostituito da un connazionale, col River Plate che effettua un ottimo acquisto e porta in Argentina Marcelo Saracchi, talento uruguagio del Danubio che è destinato a giocare da ala destra nel 4-4-2. River che compra il suo 5° straniero, ma che trema per le sirene europee su Lucas Alario: il Leverkusen ha offerto 16mln, il Monaco ha sondato il terreno per sostituire Mbappé (il casting prevede anche Dolberg e Vietto), Millonarios risoluti nel chiedere i 24mln della clausola, perchè il giocatore (che vuole salire sul treno europeo) sarebbe incedibile ed è fondamentale per la Libertadores.

River Plate e Boca Juniors sugli scudi come sempre, mentre impazzano le uscite: Ascacibar come dicevamo è andato allo Stoccarda, Emiliano Rigoni invece è finalmente approdato allo Zenit dopo che i russi e l’Independiente hanno risolto dei problemi legati all’istituto di credito che doveva garantire il pagamento. E Mancini vuole pescare ancora dal Rojo, che ora trema per Ezequiel Barco: l’offerta dello Zenit è importante, 20mln per un giocatore in fase d’esplosione, e il club è tentato dall’accettare e fare cassa. Vediamo come si svilupperà la trattativa, e l’Independiente vede sfumare il piano-A per sostituire Rigoni: Bobadilla ha infatti rifiutato il ritorno in Argentina accasandosi al ‘Gladbach, e il piano-B porta a Menendez del Talleres. Uscite anche per l’Argentinos Juniors, che sta cedendo Rolon al Malaga per 3.5mln (Genoa nuovamente beffato dagli spagnoli, e dopo che Preziosi aveva annunciato l’acquisto!), mentre il Tottenham potrebbe spuntarla per Foyth (9mln). Nel resto d’Argentina, il colpo da novanta arriva dal Lanus, che acquista Leonel Di Placido, terzino che aveva impressionato col Tucumán ed era rientrato all’All Boys: i tucumanos, dalla loro, continuano la rivoluzione e acquistano il difensore Rafael Garcia (Nacional) e il terzino Villagra (Rosario Central). Se il Lanus piazza il colpo, venendo imitato dal San Martin che acquista Maxi Rodriguez (l’uruguagio) dal Gremio, il Defensa y Justicia invece va di nostalgia e riporta in rosa Fabian Bordagaray, che riveste la maglia dell’Halcon dopo 8 anni e tanto peregrinare tra Sudamerica ed Europa (ultime esperienze: Caracas, Levadiakos, Rosario), ma non si ferma qui: i gialloverdi acquistano anche Gonzalo Diaz (Velez) e Dylan Gissi, ex Montpellier che arriva proprio dalle canallas. Il Colon invece ufficializza Diego Morales dal Tigre e incassa una delusione: sembrava tutto fatto per Brian Fernandez (Racing), che invece beffa tutti e sceglie di passare al Metz. Per la rubrica ”ex Italia” segnaliamo Bolatti al Boca Unidos (Primera B) e Calello all’Huracan (dal Quilmes), mentre prosegue la campagna di rafforzamento del Chacarita Jrs, che acquista Lautaro Montoya (San Lorenzo), Silva dal Godoy Cruz e Gagliardi (punta, Monarcas Morelia). Chiusura con l’addio all’Argentina di Fydriszewski (Newell’s): approda al Lugo.

BRASILE: IL PSG PIOMBA SU WENDEL, ASSALTO SIVIGLIA A GUILHERME ARANA– C’è sempre l’Europa all’assalto dei gioielli del Brasileirao, e senza ritegno: la notizia della settimana è che il PSG non pensa solo ai superbig, e ha offerto 15mln alla Fluminense per acquistare Wendel. Una cifra che ha fatto breccia, ma il mediano 20enne (cercato anche dal Porto) può arrivare solo se parte Lucas, mentre il Siviglia non ha di questi problemi: l’assalto a Guilherme Arana, uomo-chiave di quel Corinthians che sta dominando il campionato, è concreto e immediato, con gli spagnoli che hanno offerto 15mln e il giocatore che spinge per partire. Vedremo che succederà, ma il Timão ne chiede 20 e la partenza a dicembre: servirà una richiesta di cessione per cambiare tutto. Salutano invece il Brasile il centrale Lucão (San Paolo), che passa al Gil Vicente e viene rimpiazzato dal più solido Bruno Alves (Figueirense), e Rafael Carioca (Atletico Mineiro), che approda per 9.5mln al Tigres, e un altro potrebbe farlo: il Tijuana, che ha appena acquistato Iturbe in prestito con obbligo dalla Roma, ha fatto la classica offerta irrinunciabile a Miler Bolaños (Gremio), che dovrebbe accettare. Per il resto, colpi minori: il Santos manda Rafael Longuine e Cleber in prestito al Coritiba, il Gremio acquista il giovane Dionatha dall’Avai, mentre l’Atletico Mineiro riscatta Otero dall’Huachipato per 1.8mln. E poi, l’ennesimo esonero (abbiamo perso il conto!), col Vasco da Gama che cambia tecnico e ingaggia Zè Ricardo (appena esonerato dal Flamengo), e un momento di nostalgia: Clayton aveva lasciato l’Atletico Mineiro a marzo per passare al Corinthians, ora fa il passo inverso dopo 5 mesi.

OTROS PASES: ESTOYANOFF TORNA AL PEÑAROL, GONZALO BARRETO IN CILE- Bolivia, Colombia (dove la sessione è chiusa a meno di cessioni) e Paraguay restano al palo, e così è nuovamente l’Uruguay a farla da protagonista, col Peñarol che piazza il settimo sigillo: i manya riportano in rosa Fabian Estoyanoff, reduce da una grande stagione col Fenix (che ottiene Urruti), ed effettuano svariate cessioni. La più dolorosa è quella di Cavallini al Puebla, mentre Leyes approda all’Alianza Lima e il duo Viega-Boselli ai Wanderers. Nessun’altra big reagisce, mentre l’Inter si fa strada tentando l’acquisto di Joaquin Ardaiz: l’attaccante classe ’99 e titolare della Celeste U20, già nel mirino della Fiorentina e rientrato all’El Tanque Sisley (che l’ha tesserato ”formalmente” per conto del fondo che ne detiene il 70%) dal Danubio, è stato proposto ad Ausilio e Sabatini da Simonian e può arrivare se diventa comunitario. Premio-sorpresa, invece, ai due uruguagi che volano in Albania: Nunez (El Tanque Sisley) e Toledo (Liverpool Montevideo) volano al modesto Luftetari.

Negli altri paesi, tanti colpi minori: in Venezuela continua lo smantellamento dello Zamora, che cede Filippetto all’Alvarado (Arg) e Ronald Hernandez ai norvegesi dello Stabaek, mentre si rinforzano l’Atletico Venezuela con Borrego (Olimpo) e i Mineros de Guayana con Edson Castillo (Neftchi Baku). Ultimi movimenti in Cile, col Palestino che mette sotto contratto l’ex Varese e Bursaspor Sebastian Pinto per l’attacco e l’U de Chile che cede Ontivero (ex Galatasaray) ai messicani del Venados, mentre l’Universidad de Concepcion acquista una faccia conosciuta del nostro calcio: approda in Cile Gonzalo Barreto, ex promessa della primavera laziale che ha finito col perdersi totalmente. Chiusura per il ritorno in Ecuador di Abel Casquete, prestato dal River all’Universidad Catolica de Ecuador, mentre in Perù si rinforzano Melgar e Sport Huancayo: i rossoneri strappano Rengifo all’Universitario, il Huancayo invece riporta nel paese andino Neumann (Guarani, ex Garcilaso).

(di Marco Corradi, @corradone91)

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU: AGENTI ANONIMI