Et voilà! Rieccoci con la Ligue 1, che nel weekend ci ha fatto assistere alla sua terza giornata: sul velluto il PSG dei galactiques contro l’Angers, e anche il Dijon contro un Nizza irriconoscibile e ancora privo di Balotelli. Guida una strana coppia, mentre cade il Monaco e si rialza in extremis l’Olympique Marsiglia, lasciando il Lione come unica rivale credibile (per ora) del PSG, che in realtà ha il proprio nemico in sè stesso e in nessun altro. Sorprendente il Lille, che è terzo in solitaria: andiamo ad analizzare il turno della Ligue 1 2018-19.

Venerdì. OLYMPIQUE LIONE-STRASBURGO 2-0: TERRIER E TRAORÉ RIMETTONO IN CARREGGIATA L’OL– Bruno Genesio decide di non rischiare ancora Fekir, in precarie condizioni dopo le vacanze post-Mondiali, e schiera il tridente leggero con Terrier, Depay e Traoré: la scelta funziona anche contro lo Strasburgo, con l’ex ad aprire le marcature. Terrier segna la rete del vantaggio al 42′, ma il capolavoro arriva nella ripresa, con Bertrand Traoré che si beve portiere e mezza difesa avversaria appoggiando in rete. 2-0 e OL a sei punti, e al 4° posto.

Sabato. PSG-ANGERS 3-1: I GALACTIQUES TRASCINANO I CAMPIONI DI FRANCIA– Buffon lascia il posto ad Areola e Tuchel schiera il terzo esperimento, ma la somma non cambia e il PSG vince nuovamente. Il tecnico tedesco, in un lampo di lucida follia, schiera i suoi con un 3-4-3 visionario: Areola in porta, Marquinhos-Kehrer-Kimpembé in difesa, Meunier-Thiago Silva-Rabiot-Di Maria a centrocampo, Mbappé-Cavani-Neymar davanti. Pur avendo vari difensori in campo, il PSG attacca e va subito avanti con Cavani, che trova la prima rete stagionale al 12′. Mangani pareggia su rigore, ma Kylian Mbappé trova il 2-1 con un tiro acrobatico: numeri da urlo per il francesino, che ha partecipato a 83 reti dal momento del suo debutto, segnandone 51 in 106 match, uno ogni 132′. Chiude le marcature Neymar al 66′, e il PSG resta leader e sale a quota 9 punti.

AMIENS-REIMS 4-1: GOLEADA PER L’AMIENS, A SEGNO DUE EX SERIE A– Dopo due ko, l’Amiens riparte stendendo il Nimes, che guidava il torneo a sorpresa insieme a PSG e Nimes. Apre le marcature l’ex Palermo e Napoli Gnahoré al 22′, poi il Reims resta in 10 per il rosso a Metanire, e crolla nella ripresa: Ghoddos (arrivato dall’Ostersunds) trova il bis con un colpo di testa a palombella, l’ex Genoa Konaté trova la personale doppietta al 67′ e 73′ con due incursioni. Per il Reims, il gol della bandiera (inutile) di Cafaro: finisce 4-1, Amiens che vince la prima sfida stagionale.

MONTPELLIER-SAINT ETIENNE 0-0: PARI SENZA EMOZIONI- Il Saint-Etienne ha più qualità tecnica, il Montpellier più organizzazione: nasce così, da queste premesse, il pari tra due formazioni che sognano la conquista dell’Europa League. Pari giusto e inappellabile.

NANTES-CAEN 1-1: SALA RISPONDE A CRIVELLI, SCONGIURATO IL TRIS NEGATIVO DEI CANARINI- Il Nantes conferma il proprio momento no, e pareggia contro il Caen solo dopo aver rischiato grosso. I rossoblù vanno avanti con Enzo Crivelli, sbagliano molto nel tentativo di raddoppiare e vengono puniti: fallo da rigore di Baysse, che si becca anche il rosso, e pari su rigore di Emiliano Sala all’80’. Nantes che trova il primo punto, Cardoso può abbozzare un timido sorriso.

NIZZA-DIJON 0-4: CHE TONFO PER I ROSSONERI Mario Balotelli, che ha detto sì al Nizza e onorerà il contratto a scadenza 2019 dopo il braccio di ferro estivo, che l’aveva spinto a saltare ogni amichevole e le prime due della Ligue 1, marca ancora visita (condizione ai minimi storici), e il Nizza ne risente. Il tridente leggero composto da Srarfi, Maolida e Saint-Maximin non porta benefici ai ragazzi di Vieira, che crollano nella ripresa: apre le marcature il colpo di testa di Aguerd al 67′, raddoppia Haddadi con una gran traiettoria, e poi ecco la caparbietà di Jules Keita. Il talento delle giovanili entra al 66′, e venti minuti dopo trova il primo gol in Ligue 1: la doppietta arriva al 93′, dopo un’azione insistita che mette a nudo i disastri della difesa nizzarda. Doppietta e sogno per Jules, che trascina coi compagni il Dijon al primo posto: i rossi sono a parimerito col PSG.

TOLOSA-NIMES 1-0: GRADEL ABBATTE L’EX CAPOLISTA– La luna di miele del Nimes termina insieme a quella del Reims: la neopromossa sente la pressione e fa fatica contro il Tolosa, che passa al momento giusto. Rigore di Max Gradel all’80’ e vantaggio che vale i tre punti: Tolosa in crescita, che vola a quota sei punti e bissa il successo ottenuto contro il Bordeaux.

Domenica. LILLE-GUINGAMP 3-0: PROSEGUE LA MARCIA DEI DOGUES– Il Lille impaurito del 2017-18 non c’è più, e ha lasciato spazio (per ora) all’ennesima creatura riuscita di Christophe Galtier, plasmata su un calcio offensivo, ma capace anche di sfruttare le ripartenze: nasce così la vittoria su quel Guingamp che aveva fatto tremare il PSG, e viene travolto dai Dogues. Apre le marcature Xeka con un tiro dal limite dell’area, poi ecco la doppietta dell’ex Saint-Etienne Jonathan Bamba, che segna al 10′ e al 73′ con due grandi percussioni: Lille terzo e imbattuto con 7 punti in tre match, Guingamp mestamente ultimo a quota zero, appaiato all’Angers. I ragazzi di Kombouaré hanno anche chiuso in dieci, rosso a Kerbrat all’81’.

BORDEAUX-MONACO 2-1: KAMANO TRASCINA I GIRONDINI, GOL PER PELLEGRI– Il Bordeaux aspetta (ma soprattutto, spera) Thierry Henry come nuovo tecnico, e intanto si toglie una grande soddisfazione col traghettatore Bedouet. I girondini battono infatti un Monaco irriconoscibile e ricco di scommesse che per ora sembrano fallite: Jardim sperimenta ancora, schierando i suoi con un 4-2-3-1 che vede Rony Lopes, Adama Traoré e Grandsir alle spalle di Falcao e Jovetic nuovamente ko per infortunio, ma la sua squadra fallisce e viene sconfitta. Apre le marcature Kamano su rigore al 48′, e il Bordeaux sembra in controllo finchè non entra Pellegri: l’azzurro U21 pressa Koundé e lo manda in tilt, riuscendo a battere Benaglio (supplente di Subasic) con un gran tiro. Il suo gol, arrivato al 63′ e quattro minuti dopo il suo ingresso, lo rende il secondo marcatore più giovane nella storia del club con 17 anni, 5 mesi e 9 giorni: lo batte solo Mbappé con 17 anni e 62gg. La rete di Pellegri però non risolleva il Monaco. Il Bordeaux spinge, sbaglia il rigore del nuovo vantaggio con Kalu, ma al 92′ ecco l’ennesima grande giocata dello scatenato Kamano: doppietta e 2-1 finale, che relega il Monaco a 4pti dopo tre gare.

OLYMPIQUE MARSIGLIA-RENNES 2-2: L’OM SI SALVA IN EXTREMIS– L’Olympique Marsiglia a giorni accoglierà Kevin Strootman dalla Roma, ma intanto rischia grosso contro l’ottimo Rennes di Lamouchi. I rossoneri vanno addirittura sul 2-0 e accarezzano il sogno, prima di subire la rimonta marsigliese e pareggiare 2-2: apre le marcature Bourigeaud su rigore al 38′, poi ecco il raddoppio di Sarr al 45′. Primo tempo tutto del Rennes, ma l’OM si sveglia ed è fortunato: Ocampos accorcia mettendola dentro in tap-in dopo un palo in mischia, Bensebaini invece insacca nella sua porta al 72′ e regala il pari a Rudi Garcia. Marsiglia a quota 4 punti, appaiato a quel Monaco che sfiderà domenica 2 settembre nel primo big-match della Ligue 1.

La classifica dopo la terza giornata: PSG e Dijon 9, Lille 7, Olympique Lione, Nimes, Reims e Tolosa 6, Saint-Etienne 5, Rennes, Strasburgo, Montpellier, Monaco e Olympique Marsiglia 4, Amiens e Bordeaux 3, Caen 2, Nizza e Nantes 1, Angers e Guingamp 0.

La classifica marcatori: Kylian Mbappé (PSG), Julio Tavares (Dijon), Jonathan Bamba (Lille), Neymar (PSG, 1 rig.), Kamano (Bordeaux, 1 rig.) e Konaté (Amiens, 1 rig.) 3 gol, Jules Keita (Dijon), Emiliano Sala (Nantes), Thioub e Ripart (Nimes), Thauvin e Payet (OM), Sarr (Rennes) e Bertrand Traoré (Lione) 2 gol.

LA PROSSIMA GIORNATA:

Venerdì 31 agosto, h. 20.45: Olympique Lione-Nizza

Sabato 1 settembre, h. 17: Nimes-PSG

Sabato 1 settembre, h. 20: Angers-Lille
Dijon-Caen
Guingamp-Tolosa
Reims-Montpellier
Strasburgo-Nantes

Domenica 26 agosto, h. 15: Saint-Etienne-Amiens

Domenica 26 agosto, h. 17: Rennes-Bordeaux

Domenica 26 agosto, h. 20: Monaco-Olympique Marsiglia

(di Marco Corradi, @corradone91)

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU: AGENTI ANONIMI.