Ligue 1

Et voilà! Rieccoci con la Ligue 1 e con il turno che regala il titolo al PSG: il successo atteso, il nella storia di un club che prima dell’avvento degli sceicchi era fermo a due titoli (e poi ne ha vinti cinque su sei dal 2012-13 ad oggi), arriva grazie all’umiliazione di un Monaco irriconoscibile, che viene sconfitto con un pesantissimo 7-1 e demolito psicologicamente. Chissà che i monegaschi non ne risentano nelle prossime gare, mentre intanto Lione e Marsiglia ne approfittano per vincere e accorciare, e il Nantes di Ranieri manca ancora la vittoria: nei bassifondi vince il Metz e riaccende la corsa-salvezza, mentre viene rinviata per le forti piogge Caen-Tolosa. Andiamo a scoprire cos’è successo nella 33a giornata della Ligue 1 2017-18.

Venerdì. ANGERS-NIZZA 1-1: FULGINI ACCIUFFA PLEA– Il Nizza sogna la vittoria che sarebbe valsa l’allungo europeo, ma si fa raggiungere nel finale: i rossoneri, senza un Balotelli out per problemi disciplinari (ai francesi e a Favre non è piaciuto che Raiola lo offra già da svincolato, teoricamente c’è un’opzione di rinnovo da discutere), vanno avanti al 68′ col contropiede del solito Plea e sembrano in controllo. Gol numero 14 per il guizzante attaccante, che non basta: pareggia all’84’ Fulgini con un bel tiro a giro, e l’Angers allunga ancora sul terzultimo posto.

Sabato. OLYMPIQUE LIONE-AMIENS 3-0: OL A -4 DAL SECONDO POSTO– Il trio delle meraviglie colpisce ancora, e stavolta regola l’Amiens: il Lione va in vantaggio con un’azione insistita che porta al gol Mariano Diaz, tiene le redini del match dal 30′ in poi e colpisce accelerando nel finale. Il bis porta la firma di Depay su assist di un ottimo Bertrand Traoré, che si rifà all’85’: il gol del definitivo 3-0 e del distacco che si accorcia dal Monaco (4 punti) è suo.

CAEN-TOLOSA: rinviata per le forti piogge a data da destinarsi

LILLE-GUINGAMP 2-2: IL LOSC SI FA RIPRENDERE– Due mesi e mezzo, quasi tre. Da tanto il Lille non vince in Ligue 1, e la striscia si allunga: contro il Guingamp Galtier esulta per le reti estemporanee di Pépé (55′) e Luiz Araujo (57′), ma viene ripreso nel finale: la sua formazione giovane e sperimentale (titolari il portiere di riserva Koffi e i difensori Dabila e Mendyl, interessante nazionale marocchino) crolla nel finale, segnandosi il 2-1 con l’autorete di Junior Alonso e subendo il 2-2 al 93′ da Briand. L’ex Lione conclude un’azione convulsa, condannando il Lille a un pareggio che lo porta a -1 dalla salvezza, ma fa anche accorciare il Metz.

NANTES-DIJON 1-1: SUPER-KWON NEGA LA VITTORIA A RANIERI– Due sole vittorie nel 2018, e non aumentano: la gara della Ligue 1 vede il Nantes andare in vantaggio al 33′ col tap-in di Nakoulma e controllare successivamente. Ranieri spera di portarla a casa, ma non ha fatto i conti col grande momento di forma del sudcoreano Kwon: per lui 9 gol in Ligue 1 e tanta giocate di fino, e la nona sinfonia arriva proprio al 61′. 1-1 tra Nantes e Dijon, coi canarini che non approfittano del passo falso del Rennes e scivolano in 9a posizione, seppur solo a -2 dall’Europa.

RENNES-METZ 1-2: RISCATTO OSPITE, SALVEZZA POSSIBILE?– L’impresa impossibile del Metz diventa possibile in un attimo: bastano i ko del Troyes, la mancata gara del Tolosa e il pareggio del Lille per crederci. Bourigeaud manda avanti un Rennes che vuole l’Europa trovando al 27′ la settima rete stagionale (con 6 assist, giocatore molto interessante), e poi arriva la furia di Nolan Roux: l’ex Lille e Saint-Etienne trova due reti dal 52′ al 57′ e batte il Rennes, salendo a quota 14 gol. Metz a 25 punti, -4 dalla penultima e -5 dalla salvezza, mentre il Rennes resta quinto a quota 47: il Nizza aggancia, Montpellier e Saint-Etienne sono a un punto e il Nantes a due. Sarà divertente scoprire chi andrà in EL.

STRASBURGO-SAINT ETIENNE 0-1: DEBUCHY SI RISCATTA– La storia è ciclica, e così a pochi giorni dall’autogol Mathieu Debuchy ha la chance per riequilibrare il tutto: l’autorete aveva privato i Verts della vittoria col PSG, e l’ex Arsenal restituisce il maltolto segnando con un bel rasoterra all’82’. Vittoria Saint-Etienne, ed Europa che dista solo un punto: impensabile, a dicembre.

Domenica. MONTPELLIER-BORDEAUX 1-3: SKHIRI NON BASTA A DER ZAKARIAN– Uno dei grandi protagonisti di questa fase della Ligue 1 è senza dubbio Ellyes Skhiri, centrocampista che si sta imponendo col Montpellier a suon di gol (4), inserimenti e intelligenza tattica che tornerà buona a chi lo segue e alla Tunisia, che lo schiererà nel Mondiale. Il mediano chiude le marcature con uno splendido tiro da fuori area all’88’, e strappa applausi anche se i suoi perdono 3-1: il Bordeaux espugna lo stadio avversario col tap-in ravvicinato di Braithwaite al 9′, il grande inserimento di Kamano al 49′ e la zampata di Meité. 3-1 Bordeaux, e zona-Europa distante 4 punti.

TROYES-OLYMPIQUE MARSIGLIA 2-3: THAUVIN COMPLETA LA RIMONTA-OM- L’OM rischia grosso col Tolosa, ma rimonta appena in tempo: la squadra terzultima in classifica parte fortissimo, va in vantaggio col contropiede finalizzato da Grandsir al 1′ e sogna, ma viene ripresa all’11’ dalla rete di Njie. Va nuovamente avanti il Troyes con Nivet (48′), pareggia Mitroglou in contropiede e poi ecco l’ennesima magia di Florian Thauvin: gol numero 18 per l’esterno, già decisivo nei quarti di Europa League contro il RB Lipsia, e l’OM vince 3-2. Il terzo posto è difeso, ora scatta l’assalto a un Monaco distante 4pti.

PSG-MONACO 7-1: PARIGINI CAMPIONI, UMILIAZIONE PER I DETENTORI– Mai passaggio di consegne fu più traumatico. Il PSG sapeva di dover vincere per conquistare il 7° titolo nazionale con 5 gare d’anticipo, e lo fa distruggendo gli avversari: Jardim osa con un 3-5-2 fatto per arginare Mbappé, Di Maria, Draxler e Cavani, ma la mossa gli si ritorce contro. Emery lo sorprende schierando un 4-3-3 nel quale Pastore e Lo Celso affiancano Rabiot, e la supremazia è mostruosa: Lo Celso apre le marcature al 15′, Cavani raddoppia al 17′ e Di Maria segna al 19′, otto minuti prima dello strepitoso poker (prima doppietta in carriera) del già citato talento ex Rosario Central. 4-0 PSG al 27′, e PSG che soffre tremendamente le ripartenze e le imbucate centrali: Rony Lopes accorcia col 9° gol in 8 partite (13° totale), ma nella ripresa ricomincia lo show. Di Maria trova il 5-1 in solitaria, Falcao si fa autogol in modo sfortunato al 76′ e Draxler distrugge i parigini trovando il 7-1 finale all’86’. Risultato drammatico per il Monaco, che vede accorciarsi il margine sulle terze a quattro punti, e rimborserà il biglietto a tutti coloro che hanno assistito allo scempio in trasferta: esulta invece il PSG, che conquista il titolo salendo a +17, ritrova Pastore e coccola Lo Celso. I parigini oggi sono saliti a 103 gol fatti e 23 subiti, un dato ottenuto anche grazie al mese senza Neymar, che rientrerà a metà maggio, giusto in tempo per farsi la forma ”mondiale”.

La classifica al termine della 33a giornata: PSG 87 pti (CAMPIONE), Monaco 70, Olympique Lione e Olympique Marsiglia 66, Rennes e Nizza 47, Montpellier e Saint-Etienne 46, Nantes 45, Bordeaux 43, Dijon e Guingamp 42, Angers e Amiens 37, Caen 35*, Strasburgo 34, Tolosa 30*, Troyes e Lille 29, Metz 25.

Classifica marcatori: Edinson Cavani (PSG) 25 gol, Neymar (PSG) 19 gol, Mariano Diaz (Lione) e Radamel Falcao (Monaco) 18 gol, Florian Thauvin (OM) e Karl Toko Ekambi (Angers) 17 gol.

Ecco invece il programma della 34a giornata.

Venerdì 20 aprile, h. 19.30: Nantes-Rennes
Venerdì 20 aprile, h. 21: Dijon-Olympique Lione
Sabato 21 aprile, h. 17: Olympique Marsiglia-Lille
Sabato 21 aprile, h. 20: Amiens-Strasburgo
Guingamp-Monaco
Metz-Caen
Tolosa-Angers
Domenica 22 aprile, h. 15: Nizza-Montpellier
Domenica 22 aprile, h. 17: Saint Etienne-Troyes
Domenica 22 aprile, h. 21: Bordeaux-PSG

(di Marco Corradi, @corradone91)

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU: AGENTI ANONIMI.