Et voilà! Eccoci arrivati al momento di tirare le somme sulla 19a giornata di una Ligue 1 che regala sempre gol e spettacolo, e conclude qui il suo 2017: dopo questa giornata, infatti, il campionato si fermerà fino al 13 gennaio, ma prima della sosta ci sono match interessanti. Su tutti, la sfida tra PSG e Caen che, Simonian dixit, ”potrebbe essere l’ultima per Pastore coi parigini”: sfide e temi interessanti dunque in questo turno, ed ecco il riassunto dell’ultima giornata dell’anno.

AMIENS-NANTES 0-1: RANIERI VINCE ALL’ULTIMO RESPIRO– Vittoria alla Ranieri, vittoria di Emiliano Sala: quante volte il Leicester di sir Claudio aveva sbloccato delle sfide nel finale, e la solfa si ripete anche in Francia e col Nantes. Basta una zampata del bomber argentino per regalare il successo ai canarini, che restano quinti e chiudono il girone d’andata con 33 punti.

ANGERS-DIJON 2-1: TOKO EKAMBI RIPORTA AL SUCCESSO I BIANCONERI– Un doppio sigillo del proprio miglior giocatore per rilanciarsi in classifica: l’Angers non vinceva da un’eternità, e torna al successo grazie alla rimonta avviata da quel Karl Toko Ekambi che potrebbe salutare già a gennaio (lo segue l’Arsenal). Il Dijon passa in vantaggio al 7′ con l’ennesima bella azione di Naïm Sliti su assist di Abeid (scatenato l’ex Newcastle), ma l’Angers si riprende con il suo leader: Toko Ekambi segna al 43′ su azione e raddoppia su rigore al 55′. Vittoria Angers, e la salvezza ora dista un solo punto.

BORDEAUX-MONTPELLIER 0-2: PROSEGUE IL DISASTRO DEI GIRONDINI– Bordeaux Bordeaux, perchè sei così Bordeaux? La squadra che ci aveva incantato a inizio stagione non esiste più, quel Gourvennec che sembrava avere in pugno totalmente lo spogliatoio neppure: sono 9 i ko in 12 gare, con un misero punto di vantaggio sulla terzultima a far spaventare i tifosi dei girondini. Anche il Montpellier passa sulle macerie del Bordeaux, segnando al 71′ con uno splendido ”scaldabagno” di Ikone (quanta potenza!) e al 90′ con la zampata di Mbenza: blu-arancio in zona-Europa League.

GUINGAMP-SAINT ETIENNE 2-1: DRAMMATICO FINALE PER I VERTS– Salvate il soldato Saint-Etienne: insieme al Bordeaux, i Verts vivono un particolare psicodramma dal quale proprio non riescono ad uscire, e si trovano a +1 sulla terzultima. Un disastro frutto di 8 ko nelle ultime 12 gare (e nessuna svolta con Sablé), e stavolta la sconfitta arriva in modo beffardo ed immeritato: il Saint-Etienne resta in 10 al 24′ per il rosso a Soderlund, si rimette in carreggiata e segna al 67′ con un bel tiro di Hernani. Sembrano esserci i presupposti per controllare la partita, ma poi ecco il pari di Benezet al 70′: il pari sembra in saccoccia, quando al 95′ Briand regala il successo al Guingamp. La chiamavano sfortuna, ma anche crisi nera.

LILLE-NIZZA 1-1: PARI TRANQUILLO AL PIERRE MAUROY– Da un lato un Nizza che ha bisogno di punti per blindare il 6° posto, dall’altro un Lille che deve scalare la classifica: il pari sembra scontato, e puntualmente arriva grazie alle reti di Srarfi (tiro deviato) al 38′ ed El Ghazi al 68′. Un punto a testa per chiudere l’anno, e ora il Lille ha una sola lunghezza di distanza dalla salvezza.

METZ-STRASBURGO 3-0: VITTORIA PROROMPENTE DELL’ULTIMA DELLA CLASSE– Ha dell’incredibile questo risveglio di fine anno del Metz, che sente l’odore delle feste e piazza la seconda vittoria consecutiva, regalandosi una flebile speranza di salvezza (la quartultima si trova a +8): contro uno Strasburgo che stava disputando una buonissima stagione, arriva un 3-0 inatteso che porta le firme di Mollet (62′), Roux (70′) e Riviere (84′). Come chiudere l’anno con entusiasmo e positività.

MONACO-RENNES 2-1: KEITA EVITA LO SCIVOLONE MONEGASCO– Scivolone evitato e vittoria che arriva nel finale: il Monaco resta in scia della macchina-PSG e batte il Rennes grazie a Keita Baldé, che segna in contropiede all’82’ e blinda il successo dei suoi. I monegaschi erano andati avanti col tap-in di Falcao (20′), ma si erano fatti riprendere da Khazri (rigore al 59′) prima del nuovo vantaggio: i ragazzi di Jardim faticano, ma restano secondi a -9 dalla capolista.

OLYMPIQUE MARSIGLIA-TROYES 3-1: RIMONTA E VITTORIA CONVINCENTE PER L’OM– Piccolo spavento e grande vittoria: contro un Troyes in condizione, l’OM va sotto per la grande rete di Pelé, che tira un’autentica bomba dalla distanza. Sembra l’inizio di una sfida difficile, e invece ecco la pronta rimonta: Payet apre le marcature dei suoi al 31′, Luiz Gustavo segna con un tiro da posizione defilata (con la complicità del portiere? Difficile dirlo) al 66′ e Germain realizza il tris insaccando sul contropiede perfetto. 3-1 e OM che chiude l’anno al quarto posto: la Champions dista tre punti, in una Ligue 1 in cui si viaggia a ritmi alti.

PSG-CAEN 3-1: NUOVO SHOW DELLA CAPOLISTA– Il PSG ormai gioca a memoria, alzando o abbassando i ritmi a seconda del momento della sfida, e ”gioca” anche contro il Caen: la capolista accelera al momento giusto, e trova il vantaggio al 21′ con Cavani (50° gol nell’anno solare 2017), che insacca con un tacco potente su assist del ”biondino” Mbappé. Dopo la rete, ecco che il PSG si diverte, con Neymar che fa lo slalom in mezzo alla difesa avversaria e serve un cioccolatino al neo-19enne Kylian: raddoppio al 57′, mentre all’81’ ci pensa Berchiche a segnare con un bel tiro. Il Caen rovina il clean sheet col rigore di Santini nel recupero: 3-1, +9 sulle inseguitrici e PSG che chiude il girone d’andata con la media-punti di 2.63. 2.63, avete letto bene: e coi gol non si migliora, dato che parliamo di 58 gol fatti e 15 subiti.

TOLOSA-OLYMPIQUE LIONE 1-2: FINALE-THRILLING, MA PASSA L’OL– Può una gara controllata trasformarsi in un thriller dal finale pulp? Se la squadra in vantaggio è il Lione, tutto è possibile: Fekir trova il vantaggio su rigore al 24′ e l’OL gestisce bene la sfida fino ai minuti di recupero della ripresa, quando si scatena l’assedio del Tolosa. Rafael segna al 93′ e, per fortuna, porta i suoi sul 2-0: per fortuna, dato che il pressing del TFC porta al rigore di Gradel al 96′. Non c’è più tempo per ripartire, e così il Lione chiude il girone d’andata al 2° posto.

La classifica al termine della 19a giornata:  PSG 50 pti (campione d’inverno), Monaco e Olympique Lione 41, Olympique Marsiglia 38, Nantes 33, Nizza 27, Montpellier e Guingamp 26, Rennes 25, Dijon, Strasburgo e Caen 24, Amiens e Troyes 21, Bordeaux e Saint Etienne 20, Tolosa e Lille 19, Angers 18, Metz 11.

Classifica marcatori: Edinson Cavani (PSG) 19 gol, Radamel Falcao (Monaco) 15 gol, Mariano Diaz (Lione) 13 gol.

Di seguito il programma della 20a giornata, la prima del 2018:

Venerdì 12 gennaio, h. 20.45: Strasburgo-Guingamp
Sabato 13 gennaio, h. 17: Rennes-Olympique Marsiglia
Sabato 13 gennaio, h. 20: Caen-Lille
Dijon-Metz
Montpellier-Monaco
Nizza-Amiens
Troyes-Bordeaux
Domenica 14 gennaio, h. 15: Saint Etienne-Tolosa
Domenica 14 gennaio, h. 17: Olympique Lione-Angers
Domenica 14 gennaio, h. 21: Nantes-PSG.

(di Marco Corradi, @corradone91)

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU: AGENTI ANONIMI.