Ligue 1

Et voilà! Eccoci arrivati al momento di tirare le somme sulla sedicesima giornata di una Ligue 1 che regala sempre gol e spettacolo, e questa volta vede cadere sua maestà PSG: è lo Strasburgo a infliggere la prima sconfitta alla capolista, che vede ridursi il suo vantaggio sulle rivali e sicuramente vorrà rifarsi nelle prossime gare. Nelle altre sfide, vittorie anche per Lille, Monaco e Lione, e dunque andiamo a scoprire cos’è successo nella 16a giornata.

Venerdì. DIJON-BORDEAUX 3-2: CHE RIMONTA PER I PADRONI DI CASA!– Una partita bellissima, un saliscendi sulle montagne russe tra una squadra che si era appena risollevata dalla crisi e un’altra che è decisamente in forma: Dijon-Bordeaux regala emozioni, e si apre con la rete dell’ex Ludogorets Jonathan Cafu, che realizza con una zampata sottomisura al 13′. Yamberé pareggia al 34′ in mischia, e poi arriva la meraviglia di Malcom (7° gol), che trova una traiettoria mostruosa da 40m e regala il nuovo vantaggio al Bordeaux: i girondini però, forse per lo stupore legato alla costante esplosione del proprio talento, si perdono via e finiscono con l’essere sconfitti. Le reti di Jeannot al 52′ e Said all’87’ sanciscono il 3-2 del Dijon, che si avvicina alle parti alte della classifica.

Sabato. STRASBURGO-PSG 2-1: KO IMPROVVISO PER LA CAPOLISTA ”Il PSG non perderà mai”: tanti di noi l’hanno pensato dopo aver visto giocare la capolista, ma nessuna luna di miele dura per sempre, e così ecco arrivare il sorprendente ko dei parigini. Cavani effettua un turno di riposo, e guarda caso il PSG si ferma dopo 13 vittorie e due pareggi: apre le marcature Da Costa al 13′, Mbappé pareggia con una zampata sottomisura (52′), ma poi arriva la fucilata di Bahoken a regalare la clamorosa vittoria allo Strasburgo. PSG ko e distacco che si accorcia, e settimana prossima arriva la sfida a un Lille essenziale ma vincente.

LILLE-TOLOSA 1-0: PÉPÉ REGALA IL SECONDO SUCCESSO AL LOSC– Il Lille della commissione tecnica, ancora senza un vero allenatore, ottiene una nuova vittoria: sembra impossibile, invece è realta e frutto del gioco più essenziale dei Dogues, che vincono 1-0 grazie alla rete di testa di Nicolas Pépé. Secondo successo in tre match per il Lille, mentre il Tolosa è in crisi: 16 punti, terzultimo posto e solo due punti nelle ultime sei (prima erano arrivate due vittorie), con un poco rassicurante bilancio di 3 gol fatti e 8 gol subiti. La vittoria manca dal 21 ottobre, il Tolosa trema.

MONACO-ANGERS 1-0: FALCAO-GOL, IL MONACO TORNA A SPLENDERE– Riparte il Monaco, e guarda caso lo fa quando torna a segnare Radamel Falcao: Jardim smette di fare esperimenti, schiera i migliori e vince contro un Angers disastrosamente penultimo (solo due vittorie) e seriamente a rischio-retrocessione. una vittoria che manda i monegaschi a -9 dal PSG: è troppo presto per dichiarare riaperto il campionato, ma la rete di testa di Falcao al 2′ e la gestione del match fanno ben sperare sulla rinascita dei campioni in carica.

NIZZA-METZ 3-1: I ROSSONERI TORNANO A RESPIRARE-Il Nizza senza Balotelli è una squadra, il Nizza con Balotelli è un’altra, e lo impara a sue spese anche il Metz: i rossoneri sono ripartiti dopo il periodo buio, e vanno subito avanti con Alassane Plea al 27′. Roux pareggia al 29′, ma i padroni di casa dilagano nel finale: Balotelli trova il 2-1 con una punizione deviata (56′), Saint-Maximin chiude i conti al 71′ con un gran tiro: 3-1 e Nizza che scala la classifica, portandosi ai margini della side-A.

RENNES-AMIENS 2-0: SI FERMA LA CORSA DELLA NEOPROMOSSAL’Amiens stava vivendo il suo momento magico, con la neopromossa capace di ottenere 4 vittorie e 3 pareggi in 7 gare e restare imbattuta, ma il passo falso era dietro l’angolo, e arriva contro un Rennes in crescita: decidono la sfida le reti di Khazri (72′) e Andrè (84′). Rossoneri a 24pti, staccati di tre lunghezze dal Nantes e in zona-Europa League, mentre l’Amiens potrà risollevarsi contro il Monaco.

TROYES-GUINGAMP 0-1: BRIAND REGALA IL SUCCESSO AI SUOI– Due rossi e un risicato 1-0 che fa scalare la classifica al Guingamp: la sfida-salvezza inguaia il Troyes, che ora un misero +2 sulla zona retrocessione, e fa respirare i rossoneri. La decide il sempreverde Jimmy Briand al 22′, e poi inizia la sagra di falli e nervosismi: Troyes in 10 per il rosso a Bellugou al 46’pt, parità numerica ristabilita dal rosso a Blas (62′): Guingamp a 19 punti e non così tranquillo.

Domenica. SAINT ETIENNE-NANTES 1-1: PROSEGUE IL CALVARIO DEI VERTS– Il Saint-Etienne ormai è l’equivalente calcistico di Paolino Paperino: non riesce a vincere, e qualsiasi cosa accada riesce sempre a farsi del male da solo. Dopo il secco 3-0 contro il Bordeaux, les Verts incappano in un pari che porta lo score a tre miseri punti nelle ultime sette gare e prolunga l’astinenza dal successo (che manca dal 14 ottobre), oltre ad avvicinare la zona-retrocessione (+4). Il Saint-Etienne va avanti con l’eurogol di Pajot al 38′, ma sa benissimo come autodistruggersi e ci riesce al 62′: Emiliano Sala s’incunea tra i due centrali difensivi, lotta e sembra spacciato, finchè uno dei difensori dei Verts non gli tira la sfera letteralmente sulla testa. In ogni scenario possibile tutto ciò genererebbe un tiro debole e leggibile, qui invece la sfera assume una strana traiettoria: gol, 1-1 e pareggio che porta il Nantes a 27pti e il Saint-Etienne a 20.

CAEN-OLYMPIQUE LIONE 1-2: IL LIONE SI MANTIENE NELLA SCIA DELLE BIG– Contro una delle rivelazioni della Ligue 1, non si ferma la marcia del Lione: troppo forte l’OL per gli avversari, con la rete di Cornet ad aprire le danze e indirizzare la sfida già al 10′. Il Caen non ha lo spirito dei giorni migliori, e regala a Mariano la palla da cui nasce lo splendido tiro del 2-0 con una gran conclusione al volo. Chiude lo score Ivan Santini, che salta il difensore con un movimento alla Milito e trova il 2-1 al 90′: troppo tardi per dare una speranza al Caen.

MONTPELLIER-OLYMPIQUE MARSIGLIA 1-1: PARI DISCUSSO PER L’OM– Il Montpellier conferma la sua indole di squadra ostica per le big, ma stavolta ha tanto rammarico per una vittoria sfumata: contro la squadra allenata da Der Zakarian, l’OM ha giocato davvero male e avrebbe meritato la sconfitta, invece arriva il pari che salva i marsigliesi e li porta ad agganciare Lione e Monaco a -9 dal PSG. La rete del Montpellier porta la firma di Giovanni Sio, che segna con una mezza sforbiciata approfittando del pessimo intervento del portiere (29′), mentre il pari è dubbio, discusso e contestato: il fallo di mano di Hilton non c’è, mancano volontarietà, braccio largo e distanza minima per fischiare il rigore e tra l’altro la palla colpisce una parte marginale del braccio (attaccato al corpo). Insomma, rigore inesistente, che viene però assegnato e trasformato da Thauvin: 1-1 e qualche rammarico per il Montpellier, pari immeritato per l’OM.

La classifica al termine della 17a giornata:  PSG 41 pti, Olympique Lione, Olympique Marsiglia e Monaco 32, Nantes 27, Rennes 24, Caen 23, Montpellier 22, Amiens e Dijon 21, Bordeaux, Saint-Etienne e Nizza 20, Guingamp 19, Lille, Strasburgo e Troyes 18, Tolosa 16, Angers 14, Metz 4.

Classifica marcatori: Edinson Cavani (PSG) 17 gol, Radamel Falcao (Monaco) 14 gol, Nabil Fekir e Mariano Diaz (Lione) 11 gol.

Il programma della 17a giornata:

Venerdì 8 dicembre, h. 20.45: Bordeaux-Strasburgo
Sabato 9 dicembre, h. 17: PSG-Lille
Sabato 9 dicembre, h. 20: Angers-Montpellier
Guingamp-Dijon
Metz-Rennes
Monaco-Troyes
Tolosa-Caen
Domenica 10 dicembre, h. 15: Amiens-Lione
Domenica 10 dicembre, h. 17: Nantes-Nizza
Domenica 10 dicembre, h. 21: Olympique Marsiglia-Saint Etienne.

(di Marco Corradi, @corradone91)

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU: AGENTI ANONIMI.