Ligue 1

Et voilà! Eccoci arrivati al momento di tirare le somme sulla quindicesima giornata di una Ligue 1 che regala sempre gol e spettacolo, e ci regala un interessante turno infrasettimanale: una giornata che si apre con le piccole, prosegue con l’interessante sfida tra le deluse Bordeaux e Saint-Etienne e i big match Olympique Lione-Lille e Nantes-Monaco, per poi chiudersi col PSG, che vuole allungare ulteriormente in classifica. Andiamo a scoprire ciò che è successo nella 15a giornata.

Martedì. AMIENS-DIJON 2-1: KAKUTA-CORNETTE, L’AMIENS CONTINUA A STUPIRETre vittorie di fila, 7 gare senza sconfitte con 15 punti ottenuti: sembrano i numeri di una grande squadra che sta dominando il campionato, e invece sono quelli di un Amiens sempre più sorprendente, che scala la classifica di gara in gara. Contro il Dijon (in formissima) i bianchi vanno in vantaggio con la punizione deviata di Kakuta (un’apparizione fugace in A con la Lazio), rinato in questa nuova avventura, e poi chiudono il cerchio con Cornette al 50′: nel mezzo la stupenda rete del coreano Kwon, in rete da tre gare consecutive e goleador dopo una grande azione di prima. 2-1 Amiens, e la neopromossa è più vicina all’Europa che alla zona-retrocessione.

STRASBURGO-CAEN 0-0: STOP PER LA RIVELAZIONE DELLA LIGUE 1– Succede spesso al Caen di fermarsi dopo aver guadagnato un certo margine sulle inseguitrici per la zona-Europa League, e il turno infrasettimanale non fa differenze: poche emozioni nel match di Strasburgo, con due ottime difese che finiscono con l’annullare i rispettivi attacchi in uno scialbo 0-0: A rubare la scena alla sfida, ciò che succede dopo: Ismael Diomandé del Caen si ferma a parlare con alcuni ex compagni, la squadra non se ne accorge e lo molla lì, partendo col bus senza l’ivoriano, che si trova tutto solo fuori dallo stadio e chiama per farsi venire a riprendere. ”E meno male che non avevano ancora preso l’aereo”. Fantastico.

BORDEAUX-SAINT ETIENNE 3-0: I GIRONDINI VINCONO LA SFIDA DELLE DELUSE– Il Bordeaux non vinceva dal 23 settembre (2pti in 7 gare), il Saint-Etienne era altrettanto in crisi: la sfida del Matmut Atlantique era il match tra le deluse, e vede la vittoria dei girondini, che dominano un’ASSE smarrito e senza una vera e propria idea di gioco. Apre le marcature Alexandre Mendy (5′), che salta nettamente Pogba (Florentin) e segna con un gran tiro al volo, facendo doppietta al 57′: nel mezzo, la magia di Malcom, che va a segnare con un gran tiro al 31′. Bordeaux vittorioso e (forse) rinato.

Mercoledì. ANGERS-RENNES 1-2: CONTINUA LA CRISI DEI PADRONI DI CASAL’Angers è una delle squadre in maggiore difficoltà in questa Ligue 1: due misere vittorie in tutto il campionato (l’ultima il 14 ottobre) e 8 pareggi che l’avevano messo in zona-retrocessione con 14pti in altrettante gare, e la situazione non è migliorata contro il Rennes. Toko Ekambi regala il vantaggio ai padroni di casa, ma poi ecco i problemi difensivi a sancire il nuovo ko: Hunou (51′) e André (83′) ribaltano il risultato. Angers penultimo, la salvezza dista un punto.

GUINGAMP-MONTPELLIER 0-0: SCIALBO PARI A GUINGAMP– Dopo lo scialbo pari tra Strasburgo e Caen, eccone un altro: Guingamp e Montpellier lottano per non retrocedere, e non si dannano troppo l’anima: ecco spiegato lo 0-0 e un punto che sta bene a entrambe, col Montpellier che ora si trova a due punti dall’Europa.

METZ-OLYMPIQUE MARSIGLIA 0-3: VITTORIA ROBOANTE E OM SECONDO– L’Olympique Marsiglia d’inizio anno è dimenticato, ed ecco la nuova vittoria di questa favolosa versione dell’OM di Rudi Garcia, che vince, convince e gioca un buon calcio: il Metz fa sorridere per il suo non saper battere il calcio d’inizio, con Diagne che tenta di tirare direttamente in due occasioni senza aspettare il tocco del compagno, i marsigliesi invece giocano sul serio e distruggono le speranze di una squadra ferma a 4 punti in 15 match. Apre le marcature Thauvin con un grande tiro a giro al 19′, poi al 36′ ecco la zampata di Luiz Gustavo e al 72′ la chiusura di Ocampos, che finalizza una bellissima azione di prima: 3-0 OM e secondo posto a -10 dal PSG.

NANTES-MONACO 1-0: LUCAS LIMA FA RIPARTIRE RANIERI– Un nuovo modulo, una difesa granitica e tanta voglia di ripartire dopo due ko consecutivi: Claudio Ranieri se la gioca così contro il ”suo” Monaco, virando su un 4-1-4-1 con El Ghanassy e Bammou sulle fasce e Sala unica punta, e difendendosi alla grande contro un Monaco spuntato. Davanti ci sono Rony Lopes e Falcao, ma i monegaschi non incidono e cadono addirittura nel recupero: segna Lucas Lima (terzino sx) al 91′, un giocatore che era stato inserito da Ranieri per coprirsi ulteriormente nel finale. Si chiama destino, col Nantes che consolida il 5° posto e il Monaco che scivola in terza posizione: il PSG dista 11 punti.

OLYMPIQUE LIONE-LILLE 1-2: LOSC, PRIMO SUCCESSO PER LA COMMISSIONE TECNICA– Dopo il tonfo d’inizio settimana, il Lille della commissione tecnica si rivitalizza all’improvviso: basta uno schema ibrido, che dovrebbe essere un 4-1-4-1 ma in realtà è un 3-5-2 con Malcuit-Ballo Touré sulle fasce, Thiago Maia-Amadou-Thiago Mendes in mezzo e Ponce-Benzia in attacco, per mandare in tilt il super-Lione di Genesio, che perde inaspettatamente al Parc OL. Segnano prima i Dogues con un gran tiro di Thiago Mendes (20′), Mariano Diaz pareggia con la rete numero 11 al 36′, ma il Lille non molla e vola sul 2-1 con Ezequiel Ponce (41′): il Lione spinge e va d’assedio, il Lille si difende e regge, portando a casa tre punti preziosissimi e volando a quota 15.

TOLOSA-NIZZA 1-2: SRARFI FA ESPLODERE LA GIOIA NIZZARDA– Crisi nera. Non si poteva definire altrimenti il cammino di un Nizza fermo a 14pti, che rischia di capitolare anche a Tolosa: Delort punisce la svagata difesa rossonera al 3′, Dante si fa espellere al 40′ lasciando i suoi in 10 e sembra tutto perduto. Poi arriva l’episodio che non ti aspetti, sotto forma di rosso ad Amian e rigore per il Nizza all’80’: Balotelli segna, e in 10vs10 i nizzardi tornano a giocare come sanno, trovando la meritata rete del vantaggio al 91′ con Srarfi. 2-1 Nizza e un piccolo respiro per i rossoneri, che salgono a +2 sulla zona-retrocessione.

PSG-TROYES 2-0: NEYMAR E CAVANI LA DECIDONO NEL FINALE– Escono due pedine e il PSG fatica: nessuno se lo sarebbe aspettato, ma basta togliere Dani Alves e Mbappé per vedere i parigini boccheggiare e rischiare di pareggiare contro un Troyes normalissimo e non trascendentale. Il PSG fa girare palla senza creare enormi occasioni, e spreca la migliore nel primo tempo: Cavani si procura un rigore, chiede e ottiene (non senza discussioni) di batterlo da Neymar, ma lo sbaglia mantenendo tutti sullo 0-0. E così, serve un guizzo di O Ney per il vantaggio, che arriva solo al 73′: tiro da 30m imparabile e portiere battuto, con Cavani che rifinisce il punteggio segnando il 2-0 al 90′. 2-0 PSG, e si vola a +10 sull’OM e +11 sul Monaco.

La classifica al termine della 15a giornata:  PSG 41 pti, Olympique Marsiglia 31, Monaco 30, Lione 29, Nantes 26, Caen 23, Amiens, Rennes e Montpellier 21, Bordeaux 20, Saint-Etienne 19, Troyes e Dijon 18, Nizza 17, Tolosa e Guingamp 16, Strasburgo e Lille 15, Angers 14, Metz 4.

Classifica marcatori: Edinson Cavani (PSG) 17 gol, Radamel Falcao (Monaco) 13 gol, Nabil Fekir e Mariano Diaz (Lione) 11 gol.

Il programma della 16a giornata:

Venerdì 1 dicembre, h. 20.45: Dijon-Bordeaux
Sabato 2 dicembre, h. 17: Strasburgo-PSG
Sabato 2 dicembre, h. 20: Lille-Tolosa
Monaco-Angers
Nizza-Metz
Rennes-Amiens
Troyes-Guingamp
Domenica 3 dicembre, h. 15: Saint Etienne-Nantes
Domenica 3 dicembre, h. 17: Caen-Olympique Lione
Domenica 3 dicembre, h. 21: Montpellier-OM

(di Marco Corradi, @corradone91)

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU: AGENTI ANONIMI.