Oggi, alle ore 17, nel mitico stadio di Wembley, il Leicester City farà il suo debutto ufficiale da campione d’Inghilterra in carica, e lo farà contro il Manchester United, con in ballo il primo trofeo della stagione, il Community Shield. Nel frattempo, per la banda di Ranieri è arrivata una piacevole notizia: è stato ufficializzato il rinnovo fino al 2021 del portiere Kasper Schmeichel.

Il portiere danese, figlio del leggendario Peter, ha così blindato il suo matrimonio con le Foxes e di conseguenza respinto le tante offerte arrivate per lui da altri club. Un gesto che evidenzia il profondo legame che il portiere ha con la società che lo ha fatto crescere, maturare e vincere.

Un connubio iniziato nell’estate 2011, quando Sven-Goran Eriksson, già suo allenatore al Manchester City, lo volle con sé anche nell’avventura ( sfortunata per il tecnico svedese ) a Leicester, a lui affidò il compito di blindare la porta. Da quel momento ebbe inizio la scalata del portiere e della squadra ai vertici del calcio inglese, prima il titolo in Championship nel 2013, poi l’incredibile cavalcata della scorsa stagione in Premier, con la conquista del campionato, dopo che l’anno prima era arrivata una salvezza in rimonta, anch’essa epica e rocambolesca.

Fino ad oggi sono ben 195 le presenze dell’estremo difensore con la maglia delle volpi inglesi, una statistica che con il rinnovo del contratto andrà continuamente ad aggiornarsi. Oggi pomeriggio, come detto, la possibilità di festeggiare con una vittoria ed un altro trofeo l’amore reciproco che Schmeichel e Leicester si sono giurati, contro il nuovo United di Mourinho, non sarà per niente facile, ma, come insegna lo scorso campionato, niente è scontato e prevedibile.

di Marco Carlino