Buona la prima per Marek Hamsik. Il centrocampista slovacco ha debuttato ieri nella Chinese Super League e ha pareggiato per 1-1 con la sua nuova squadra del Dalian Aerbin contro l’Henan Jianye.

Intervistato dal quotidiano “Il Mattino” l’ex centrocampista del Napoli ha parlato del suo esordio nel campionato cinese ma è voluto tornare anche sull’addio al Napoli. Ecco le sue dichiarazioni:

“Arrivare tra le prime otto sarebbe un grande traguardo, ma dobbiamo pensare alla salvezza. Io sono qui per dare una mano alla crescita di questa squadra e di questa società. All’esordio abbiamo ottenuto un buon pareggio, in dieci per tutta la partita. I miei compagni hanno disputato una buona prestazione. Napoli mi manca, mi mancano i tifosi, la città, il cibo. Quella è la mia casa, lo è stata per dodici anni. Mi manca sentire il San Paolo, il tifo della gente. Mi manca una partita come quella contro la Juventus che è in grado di dare delle sensazioni uniche e straordinarie come poche altre. Se fossimo rimasti in lotta per lo scudetto forse non sarei andato via perché vincere lo scudetto al Napoli, rendere felici i napoletani, sarebbe stata una cosa incredibile che non mi sarei perso per tutto l’oro del mondo. La mia fascia a Insigne? E’ l’uomo giusto, è napoletano e sono sicuro che trascinerà i compagni verso grandi traguardi, come quello della Europa League che secondo me può vincere”. 

A cura di Michael Procopio (@Michael_Proc)