In casa Valencia tiene banco il caso Zaza. L’attaccante lucano, in Spagna da una stagione, dopo un buon inizio di avventura, ha perso la titolarità e fatica a giocare con continuità nell’ultimo periodo. Ad animare ancora di più la vicenda, ci ha pensato la ragazza del giocatore Chiara Biasi che sul suo profilo Instagram ha attaccato verbalmente il tecnico del Valencia, colpevole di non far giocare il suo fidanzato come abbiamo anche scritto nell’articolo di ieri. A placare gli animi, ci ha pensato il tecnico stesso che durante la conferenza stampa ha detto: ” Con Zaza ho lo stesso dialogo e vicinanza che ho con gli altri giocatori in rosa, le scelte di formazione sono mie, dipendono dalla concorrenza, dal tipo di avversario che si va ad affrontare. Ma decido io chi gioca, cercando sempre di prendere le decisioni più giuste nell’interesse della squadra. Non è un problema che Simone si sia arrabbiato, anzi ciò dimostra la motivazione e l’interesse a dimostrare le sue qualità. La rabbia di chi non gioca la vedrò sempre come qualcosa di positivo, se c’è rispetto per i colleghi”.

L’obiettivo del Valencia ora è quello di rialzare la testa in attesa di scoprire il vero valore dell’attaccante italiano, che ha una gran voglia di sfondare per non perdere il treno che lo porta ai prossimi mondiali di Russia 2018.

Michael Procopio (@Michael_Proc

PER TUTTE LE NEWS E AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI