Il Viitorul Constanta, allenata dal grandioso Gheorghe Hagi, è la squadra sorpresa dell’attuale campionato rumeno.

La squadra della città di Costanza, infatti, è prima in classifica, con due punti di vantaggio su Gaz Metan e Steaua Bucarest dopo 20 giornate.
Il Viitorul Constanta nasce nel 2009, ma già un anno prima esisteva l’Accademia Hagi, una società professionistica che lavorava con i settori giovanili delle altre squadre per valorizzare i giovani talenti. Non a caso l’attuale società si chiama Viitorul, che in rumeno significa proprio “futuro”. Da quando è nata, la giovane società nerazzurra ha conseguito buoni risultati, arrivando nel 2012 in Liga 1 (la massima serie rumena). Oggi, dopo appena 7 anni dalla sua fondazione, è a 6 gare dal qualificarsi alla seconda fase del campionato, quella valevole per lo scudetto di Romania. Un risultato incredibile, non solo per la poca esperienza a livello professionistico della società, ma soprattutto perché la squadra è composta da giocatori molto giovani. L’età media, infatti, è di appena 22,3 anni e il tecnico Gheorghe Hagi sta facendo un lavoro straordinario con questi ragazzi. Tuttavia l’inizio della stagione non è stato dei migliori. Dopo 3 giornate i nerazzurri avevano vinto la prima gara, perdendo le altre due proprio contro le attuali dirette inseguitrici. Ma i ragazzi di Hagi nelle successive partite hanno tirato fuori le loro qualità, mettendo in difficoltà tutte le avversarie e adesso sperano di rimanere là in alto anche al termine della seconda fase.
I nerazzurri non fanno dell’attacco la loro miglior arma, ma la difesa, con 18 gol subiti è la meno perforata del campionato. Nonostante il modulo, 4-3-3 sia molto offensivo, Gheorghe Hagi predilige la fase difensiva e chiede un grande lavoro di sacrificio a tutti gli uomini di movimento, a partire dalla punta centrale. Tra i protagonisti di questa brillante stagione da menzionare i due centrali difensivi Kevin Boly (25) e Bogdan Tiru (22) molto abili nel gioco aereo. Infatti il primo è andato a segno due volte, il secondo solo una. Sulla linea mediana troviamo il giocatore più talentuoso dei nerazzurri: Razvan Marin, classe 1996. Il giovane centrocampista centrale, nello scacchiere di Hagi, agisce da mezz’ala e con ottimi risultati: 3 gol e 3 assist in 20 presenze, non male per un giovane come lui. Un altro giovanissimo, di un anno più giovane di Marin, è Dragos Nedelcu. Lui è un mediano, molto possente, 189cm, bravo nel leggere il gioco avversario e contrastarlo. All’occorrenza sa ricoprire anche il ruolo di centrale difensivo, con ottimi risultati, inoltre in questa stagione, ha siglato anche una rete. In attacco invece troviamo la punta di diamante della squadra, Aurelian Chitu. La punta classe 1991 sa ricoprire al meglio tutti i ruoli offensivi grazie alla sua tecnica e alla sua rapidità. I numeri stagionali di questo giocatore, dimostrano la sua bravura sotto porta e nella visione di gioco: 7 reti e 5 assist in 20 gare di Liga 1.

Tutti o quasi, sono rumeni. Sicuramente un’ottima notizia per la nazionale, che, se i ragazzi rispettano le aspettative, potrà avere un grande futuro.
Il campionato rumeno sta entrando nel vivo, nella seconda fase, quella decisiva e i giovani di Hagi non hanno alcuna intenzione di mollare, anzi vogliono continuare il cammino fino alla conquista di uno storico trofeo per il Vittorul.

PER TUTTE GLI AGGIORNAMENTI SEGUITECI SUAGENTI ANONIMI

A cura di Tommaso Prantera e Filippo Rivani