Croato nato a Zagabria, 29 anni, ex Fiorentina, medaglia d’argento agli ultimi mondiali, esperto tatticamente e dotato di ottima tecnica.

Tutto questo e molto altro è Milan Badelj, sbarcato a Roma a parametro zero per vestire la maglia della Lazio e diventare uno dei nuovi punti di riferimento nello scacchiere di Simone Inzaghi.

L’anno scorso mi ha colpito molto il gioco offensivo della squadra, sono qui perché amo le sfide e questa per me è una grande opportunità per migliorarmi” ha dichiarato in occasione della presentazione della squadra a Formello.

Sulla carta l’ex mediano viola non parte con i gradi di titolare, ma la sua intelligenza, la sua duttilità e la sua abilità nel dettare i tempi a metà campo gli permetteranno senza dubbio di giocarsi al meglio le sue chance di rubare il posto a Lucas Leiva, ma soprattutto offriranno al tecnico laziale la possibilità di cambiare modulo e passare ad uno schieramento che preveda la presenza contemporanea sia del croato che del brasiliano.

Sono un calciatore a cui piace la concorrenza. Posso ricoprire qualsiasi ruolo in mezzo al campo, che si tratti di giocare da solo davanti alla difesa oppure in un centrocampo a due affiancato da un altro compagno poco importa“.

In una stagione che si preannuncia molto intensa e impegnativa, l’esperienza internazionale di Badelj servirà ai capitolini per reggere degnamente il confronto con la mediana di altre squadre europee partecipanti alla prossima Europa League. Per questo motivo, Inzaghi si è detto soddisfatto e orgoglioso di aver arricchito la sua rosa con un innesto di grande spessore come Badelj, che era da tempo nel mirino del ds biancoceleste Igli Tare.

Resta da vedere se il 3-5-1-1, modulo di partenza poi diventato certezza durante la scorsa stagione, si trasformerà ora in un 3-4-2-1 più eclettico, più offensivo e in grado di garantire maggiore presenza e densità nel reparto avanzato. Data la squalifica di Lucas Leiva diventa molto concreta la possibilità che Badelj esordisca dal primo minuto con la maglia della Lazio già in occasione della prima giornata della nuova Serie A, che vedrà i biancocelesti impegnati all’Olimpico nel big match contro il Napoli di Carlo Ancelotti alle 20:30 di sabato 18 agosto.

Giuseppe Lopinto