Il calciomercato non chiude mai, inutile negarlo. Così capita che, a due settimane dalla fine della sessione estiva, due squadre si trovino a trattare il trasferimento di un giocatore in ottica gennaio: è il caso di Atletico Madrid e Chelsea che, in queste ore, stanno cercando di chiudere l’affare che riporterebbe Diego Costa in Spagna.

La storia è ben nota: prima dell’inizio della preparazione alla stagione appena partita, l’attaccante è stato “scaricato” tramite un sms dall’allenatore dei Blues, Antonio Conte, e da lì ha provato in tutti i modi a ripercorrere la via verso Madrid, sponda Atletico. Per settimane, infatti, si è parlato di una trattativa tra la squadra del Cholo Simeone e il Chelsea, sempre, sia chiaro, in ottica gennaio, visto il blocco del mercato fino alla prossima sessione deciso dal Tas, sanzione giunta dopo per aver infranto il regolamento sulla compravendita di calciatori di età inferiore ai 18 anni. Nulla di fatto, però, nonostante la disponibilità del club londinese a trattare per un prestito “ponte” per sei mesi, con l’Everton di Koeman e altre squadre interessate a Diego Costa. E adesso le due società continuano a trattare: i Blues chiedono 60 milioni di euro (53 milioni di sterline), l’Atletico riflette e, intanto, si gode l’attaccante, almeno idealmente. Secondo As, infatti, il delantero avrebbe già lasciato Londra per trasferirsi a Madrid per allenarsi con i suoi prossimi compagni. Tutto questo dopo il no al Fenerbache e alle offerte multimilionarie giunte da Qatar e Arabia.

L’obiettivo, secondo quanto emerso, è quello di chiudere entro il 27 settembre, data in cui Chelsea e Atletico si affronteranno in Champions League: poi sarà, in tutti i casi, il momento di pensare a gennaio. Diego Costa lo fa già e, chissà, lo fa vestendo la maglia biancorossa e sognando quello che sarà il suo nuovo stadio, il Wanda Metropolitano.

A cura di Antonio Torrisi (@ped1722)

PER TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI