Nonostante i botti sparati tra luglio e i primi di agosto, la Juventus non ha ancora concluso il mercato. Molte le novità tra cessioni e possibili acquisti, per rinforzare la rosa e ambire finalmente alla Champions.

stemma_juventus

In uscita, è fatta per Pereyra al Watford. Il centrocampista si trasferisce alla corte di Mazzarri per una cifra intorno ai 15 milioni, che verranno probabilmente reinvestiti alla ricerca di un altro centrocampista. Simone Zaza, dopo alcuni tentennamenti in attesa di una big italiana, avrebbe accettato il Wolfsburg: per lui un quadriennale a 4 milioni a stagione, alla Juve ben 23 milioni (la richiesta è 25, ma l’affare sembra concluso). Rimarrà invece Asamoah, reduce da due stagioni da incubo ma finalmente pronto a tornare ad alti livelli.

Sfoltendo la rosa, i bianconeri racimolerebbero quindi un tesoretto da circa 40 milioni di euro, che verrebbe reinvestito in un altro puntello di centrocampo. C’era l’idea-Matic, ma con Conte ha trovato un posto da titolare che chiude le porte a ogni possibilità di cessione. Matuidi ha esperienza e gambe, ma il Psg non ha necessità di vendere. E Blanc vuole tenerselo: <<Voglio i migliori giocatori con me e con la squadra>>, ha dichiarato, <<Matuidi è uno di loro>>.

La strategia in corso Vittorio Emanuele prevede al momento di puntare tutte le fiches su Brozovic, in attesa di sviluppi su Witsel o Luiz Gustavo. Il croato ha già fatto sapere al club di essere pronto a partire, e proprio su questo fa leva la Juve: un accordo già definito con il giocatore, in modo da rendere difficilissimo per l’Inter trattenerlo. Sarebbe il terzo colpo di mercato ai danni di una diretta concorrente per lo scudetto, ma nom è così semplice. La richiesta nerazzurra è di 30 milioni (e la Juve la soddisferebbe), la volontà però è quella di cederlo all’estero. Il colpo in mezzo al campo arriverà, e gli ultimi giorni di mercato sveleranno il suo nome.

Stefano Francescato