Superato il break invernale e smaltita la sbornia da Supercoppa, la Juventus riprende esattamente da dove aveva lasciato: programmare il futuro. Se l’arrivo di Aaron Ramsey può considerarsi praticamente definito, la strada che porta a Sandro Tonali, gioiellino di proprietà del Brescia, è ancora in salita.

Messosi in luce con la casacca delle rondinelle, il classe 2000 ha attirato, come si conviene ai calciatori di valore, le attenzioni di molti club, tra cui spiccano i bianconeri e l’Inter. Infatti, in tempi recentissimi, era stato Beppe Marotta ad interessarsi in maniera particolare al promettente mediano, che adesso cercherà a tutti i costi di portare a Milano, accendendo così un “derby di mercato” col suo ex socio Fabio Paratici.

Constatato l’interesse dei nerazzurri, che avrebbero già allacciato contatti con la dirigenza bresciana, è partita la controffensiva della Juventus, che ha spedito nella giornata di ieri Federico Cherubini, braccio destro del D.S. bianconero, al “Renato Curi” di Perugia per assistere alla gara che ha visto proprio la squadra di Tonali trionfare e piazzarsi a soli due punti dalla capolista Palermo.

Una prestazione importante per tutta la squadra ed una conferma, qualora fosse necessaria, per il calciatore originario di Lodi, che ha preso in mano il centrocampo dei bresciani sfoderando l’ennesima convincente gara. Captato l’input, la società del presidente Agnelli ha proseguito nella discussione avviata già da qualche tempo sia con la dirigenza del Brescia, che con i rappresentanti di Tonali stesso.

Una notizia che di sicuro farà felice Messimo Cellino, patròn delle rondinelle, intenzionato a sparare alto per il suo enfant prodige: la richiesta pare attestarsi attorno ai 25 milioni di euro, cifra che tuttavia la Juventus potrebbe esser pronta a sborsare senza pensarci su due volte, al fine di non replicare quanto accaduto in passato con Verratti, transitato in Francia senza neanche una presenza nella massima serie italiana.

a cura di E.Menegatti (@44gattdernesto)