“La vecchia signora” sembra essere tornata! I numeri ci sono tutti: quarta vittoria consecutiva, un modulo fisso, delle gerarchie stabilite e un ritrovato buon umore da parte dei tifosi.

Dopo la cocente sconfitta con il Sassuolo, la Juventus ha inanellato un rullino di marcia invidiabile: 5 successi e un pareggio nelle ultime 6 partite tra Campionato e Champions.

Dopo aver ipotecato il passaggio di turno agli ottavi nella massima competizione europea, i bianconeri hanno convinto anche in Serie A e sembrano preparare la grande rimonta verso lo scudetto. Ora i punti di distanza dal terzo posto sono solo 4 e la stagione sembra essere svoltata.

I meriti vanno dati anche al tecnico Allegri, che ha sempre difeso le sue scelte e ora queste stanno iniziando a ripagarlo. Accostato il modulo con il trequartista, per la mancanza di un numero 10 vero e proprio, il “buon vecchio” 3-5-2 sta danno risposte molto positive e tutti i giocatori sembrano tirare fuori il meglio di sé.

Anche le gerarchie in attacco hanno dato ragione ad Allegri: Dybala ormai è inamovibile e anche la scelta di Mandzukic sta dando i suoi frutti con i 2 gol al City e al Palermo. Inoltre lo stesso Zaza ogni volta che è stato chiamato in causa si è sempre fatto trovare pronto. Rimane da risolvere solo il “caso” (se così si può chiamare) Morata: l’attaccante spagnolo si trova in momento di flessione e fatica a ritrovare la condizione della passata stagione, ma qualora anche Morata ritroverà il suo consueto smalto sarà dura per Allegri decidere su chi puntare e mandare in campo.

Ora la Juventus è chiamata alla prova di maturità con la Lazio, sempre sconfitta negli ultimi anni, ma i bianconeri dovranno fare a meno dello squalificato Pogba