L’Empoli vuole una punta per dare sostanza all’attacco e centrare la salvezza. La richiesta di Beppe Iachini alla società è chiara: servono più gol. E l’uomo che può garantirglieli, secondo la Gazzetta dello Sport, potrebbe essere il polacco David Kownacki, 21 anni, in uscita dalla Sampdoria.

Per i blucerchiati ha appena firmato Manolo Gabbiadini, tornato in Italia dopo l’esperienza al Southampton: costato 12 milioni, ne guadagnerà 1,6 a stagione fino a giugno 2023. Andrà ad aggiungersi a Caprari, Defrel e capitan Quagliarella, lasciando così ai margini Kownacki, che verrebbe quindi girato in prestito.

Il polacco, arrivato a luglio 2017 dal Lech Poznan per 4 milioni, sta cercando una piazza per rilanciarsi dopo un avvio di stagione sottotono: 14 presenze, di cui da titolare solo le 2 in Coppa Italia, arricchite da appena due reti. L’unica in campionato l’ha segnata al Frosinone il 15 settembre, quasi quattro mesi fa.

L’Empoli ha bisogno di un’alternativa a Caputo e La Gumina, data l’inaffidabilità di Mchedlidze. Il sogno è Gianluca Lapadula, ai margini del Genoa di Prandelli, ma ha un ingaggio fuori budget. Il polacco ha già la benedizione del presidente Corsi (“Mi piace, potrebbe essere il profilo giusto”), ma più della concorrenza del Parma gli empolesi dovrebbero guardarsi dalla Germania: Fortuna Dusseldorf e Stoccarda si sono inserite nella trattativa per Kownacki. E la Bundesliga, si sa, il suo fascino lo conserva sempre.

A centrocampo si pensa all’austriaco Peter Zulj, 25 anni, dallo Sturm Graz, che sostituirebbe Miha Zajc, cercato da Newcastle e Huddersfield. In difesa si sonda Andrea Bani, su cui però il Chievo fa muro, mentre se Antonelli partisse in direzione Bologna si farebbe un tentativo per il cagliaritano Pajac.Il patron Fabrizio Corsi, invece, ha annunciato che non arriverà nessun portiere: avanti con Provedel, Terracciano e Fulignati fino a giugno.

Stefano Francescato