Sarri è vicino alla panchina dei Blues: accelerata alle operazioni Rugani ed Higuain

Dopo l’annuncio dell’ufficialità di Cristiano Ronaldo con tutto ciò che ne seguirà a livello di ricavi e di risonanza mediatica (già un primo assaggio lo abbiamo avuto con le prestazioni sui social e con lo store online ko da ieri pomeriggio), la Juventus inizia a lavorare sul mercato in uscita. Se per i trasferimenti di Mandragora e Cerri mancano gli ultimi dettagli, da Londra, sponda Chelsea, è partito il countdown per l’approdo sulla panchina di Maurizio Sarri. E si attende proprio che venga risolta la situazione allenatore per dare una accelerata alle trattative di mercato dei Blues. Due di queste riguardano i bianconeri Daniele Rugani e Gonzalo Higuain, entrambi già noti al tecnico toscano.

Per il difensore centrale i campioni d’Italia puntano ad incassare circa 40 milioni di euro, con buona pace del giocatore che non è riuscito a convincere del tutto Massimiliano Allegri. Per quanto riguarda il Pipita, invece, la valutazione è di non meno 55 milioni. E’ lui il sacrificato da parte della dirigenza sull'”altare dei conti” dopo la definizione dell’affare Ronaldo. Così facendo, la Juventus non farebbe minusvalenza con il suo cartellino e l’attaccante avrebbe modo di ricongiungersi con Sarri, suo mentore a Napoli.

Non è da escludere che il Chelsea arrivi a privarsi di Morata pur di assicurarsi il numero 9 bianconero, mentre è quasi sicura la partenza di Willian con il Barcellona in vantaggio sul Manchester United.

Antonio Alicastro