La carriera in bianconero di Daniele Rugani non è mai decollata del tutto, complice la giovane età del difensore e la presenza di quella BBC che, per anni, ha dominato le scene senza lasciar spazio a nessuno. In quelle stagioni, però, il centrale originario di Lucca ha avuto modo di apprendere, di alimentarsi dei segreti di quel reparto reputato tra i migliori (se non il migliore) al mondo e di uscirne indottrinato al punto di compiere un ulteriore step in avanti.

La crescita di Rugani, marcatore pulito ed ordinato gestore della fase difensiva, è stata confermata dalle richieste che costantemente pervengono alla Juventus per il classe ’94; tuttavia, l’agente Davide Torchia ha spesso rimarcato la volontà del calciatore di rimanere nel capoluogo piemontese, dove, tra l’altro, sta costruendo mattone su mattone la sua prossima abitazione in compagnia della fidanzata Michela Persico.

La società del presidente Andrea Agnelli non poteva di certo rischiare di perdere un giocatore così quotato per via della scadenza del contratto, fissata al 2020. Contatti frequenti ed un rapporto idilliaco con l’entourage di Rugani, hanno portato – secondo ciò che illustra il Corriere dello Sport – ad un accordo prezioso per entrambe le parti: scadenza prolungata sino al 2023 e stipendio aumentato a 2,6 milioni di euro, a cui potranno andarsi ad aggiungere bonus sino a giungere alla cifra di 3,5 milioni stagionali. Termini concordati sotto ogni aspetto, resta solo per il difensore da apporre la firma per ribadire, anche formalmente, la scelta di proseguire il suo cammino con la Vecchia Signora.

Ma, oltre alla questione rinnovo riguardante il calciatore toscano, restano in bilico le posizioni di altri due giocatori con contratto in scadenza nel 2020: Medhi Benatia e Alex Sandro. Se per il marocchino, che comunque percepisce già 3 milioni l’anno, pare esserci la voglia di continuare in bianconero, anche venendo incontro alle necessità della dirigenza nonostante ci siano per lui numerose richieste, appare più complessa la situazione riguardante il brasiliano.

Il terzino, infatti, avrebbe chiesto – stando a quanto riportato dal Corriere dello Sport – un aumento cospicuo: dai 2,8 milioni attuali vorrebbe andarne a guadagnare 6 a stagione. Trattativa per il momento in fase di stallo, ma che la Juventus conta di sbloccare in qualche modo, al fine di scongiurare l’ipotesi di perdere il forte mancino rimanendo con un pugno di mosche in mano.

a cura di E.Menegatti (@44gattdernesto)