La Juventus galoppa non solo sul prato verde, dopo le ultime due vittorie in campionato ed in Champions League, ma anche a Piazza Affari. Infatti nelle giornate di lunedì e martedì le azioni della società di Corso Galileo Ferraris sono salite rispettivamente del 5,12% e del 2,45%. Ma il dato che sorprende di più, controcorrente rispetto al recente passato, è la quantità di titoli scambiati: il 20 febbraio sono state trasferite  8.525.041 azioni mentre il 21 il volume degli scambi si è attestato sui 4,9 milioni. In due giorni si è spostato sul mercato più dell’1,25% del capitale sociale per un controvalore di circa 4,5 milioni di euro. Nella terza seduta della settimana, gli scambi hanno rallentato ma comunque si sono fermati sui 3 milioni (le azioni invece sono scese dello 0.8 per cento). Considerando che mediamente gli scambi sui titoli della Juventus  non supera mai il milione di pezzi, questi numeri hanno dell’incredibile.

Andamento del titolo

Ma quali sono i perché di questo andamento anomalo? Per alcuni operatori, il titolo probabilmente si è mosso  in vista dei conti semestrali che verranno resi noti venerdì. Per altri, invece, i pacchetti di titoli potrebbero essere finiti in mano a qualche fondo che ha voluto fare degli investimenti differenziati nel mondo dello sport. A noi piace pensare che i grandi club italiani sono tornati ad essere appetibili, a maggior ragione se consideriamo le operazioni che hanno riguardato Milan ed Inter con l’arrivo di nuovi soci cinesi.

a cura di Antonio Alicastro

SOSTIENI IL NOSTRO PROGETTO DI INFORMAZIONE IN CONTROTENDENZA METTENDO MI PIACE ALLA PAGINA FACEBOOK