Amici, compagni di Nazionale e quasi compagni di club. Mancava poco, un solo sì, quello del Parma che vuole trattenere il suo Capitano.
Bruno Alves a 37 anni era pronto a completare il trasferimento alla Juventus, dove ora gioca il suo amico Cristiano Ronaldo. Stasera, appena 72 ore dopo quei momenti intensi, Cristiano e Bruno si troveranno uno contro l’altro.

Dopo il no alla Juventus, per confermargli la fiducia, il Parma ha rinnovato il contratto del portoghese fino al 2020, un’altra stagione per l’ex Cagliari che ha trovato nuovi importanti stimoli in Emilia.
A confermarlo le parole rilasciate dopo il rinnovo: “Ringrazio il club per la fiducia, qui mi sento a casa e sono felice di far parte di questa famiglia. Sono orgoglioso del lavoro che la squadra, lo staff e la dirigenza sta facendo e darò tutto me stesso in ogni partita per questi colori”.

Bruno Alves e Cristiano Ronaldo in azione nella partita di andata al Tardini, finita 1-2 per i bianconeri.

Alves, che con Ronaldo ha vinto il titolo agli Europei 2016, è già stato all’Allianz Stadium assieme a Ronaldo. Il 16 luglio 2018, quando il 5 volte Pallone d’Oro si è presentato al mondo per la prima volta da calciatore della Juventus.
Stasera in campo però saranno avversari, e come riporta “La Gazzetta dello Sport”, Bruno Alves già in estate il difensore chiarì quali fossero i rapporti tra lui e il fuoriclasse di Funchal: “Ho chiesto alla mamma di Cristiano se posso dargli qualche calcio quando giocheremo contro e lei mi ha detto che va beneDopo il fischio finale torneremo amici come prima”.

All’andata la sfida personale la vinse il 37enne ex Rangers, allungando l’astinenza da gol di Cristiano Ronaldo nel campionato italiano, di fatto rinviando di poche settimane il primo gol ufficiale dell’amico con la maglia della Juventus.

Stefano F.Utzeri (@utzi_26)