È stato operato stamattina a Monaco di Baviera Juan Cuadrado. L’operazione che si è resa necessaria, come racconta il comunicato ufficiale dei bianconeri, a causa di una “sintomatologia pubalgica di cui soffriva da tempo“. L’operazione è avvenuta alla presenza del dott. Rigo ed è stata eseguita dalla Dott.ssa Ulrike Muschaweck.

Juan Cuadrado assente dalla sfida con la Roma del 23 dicembre, tornerà ora in Italia per la fase riabilitativa e il suo rientro all’attività atletica è prevista tra 30 giorni. Salterà dunque le doppie sfide di Coppa Italia e Champions League oltre ad un serie importante di match di campionato, in una fase delicata della stagione bianconera.

Un bollettino decisamente meno “pesante” rispetto a quanto le prime indiscrezioni, giunte nella serata di ieri, avevano fatto attendere. Logico dunque il ragionamento della dirigenza bianconera, come spiegato ieri al termine della lunga giornata delle elezioni federali dall’AD Beppe Marotta, di rinunciare a cercare un sostituto per il colombiano che potrebbe essere disponibile già a marzo.

Le alternative al colombiano, come mostrato in questo mese in cui Allegri ha fatto a meno di lui, e non c’è dunque necessità di investire sul mercato. I nomi usciti in queste settimane sono stati semplici sondaggi della dirigenza bianconera per cautelarsi forse in vista di un esito dell’operazione meno positivo o per informarsi per il futuro e le prossime sessioni di mercato.

Intanto Juan, che ha appena cominciato il suo percorso per tornare in campo, è stato incoraggiato anche da qualche compagno di squadra, che con le sfortune lotta da qualche anno.

Stefano Utzeri (utzi_26)