Non è un affare fatto, ma la Juventus anche quest’estate tiene sotto controllo la situazione di Sergej Milinkovic-Savic. Il serbo ha appena terminato una stagione abbastanza deludente rispetto alle aspettative, con più ombre che luci, ma ha messo la firma sulla settima Coppa Italia della Lazio, subentrando e mettendo a segno con un bel colpo di testa il gol del vantaggio biancoceleste.

La dirigenza bianconera, nonostante la stagione deludente del centrocampista, secondo quanto raccolto dalla nostra redazione, non ha mai smesso di osservare in casa Lazio e ha lavorato ancora con l’agente di “SMS”, Mateja Kezman, dopo i sondaggi andati a vuoto nella scorsa stagione a causa delle esose richieste di Claudio Lotito, ed ha raggiunto un accordo su base quinquennale.

L’esultanza di Milinkovic-Savic subito dopo il gol dell’1-0 in finale di Coppa Italia

Un accordo che però non rende la trattativa semplice, anche perché nel frattempo, nonostante le prestazioni al di sotto delle aspettative, la Lazio e il calciatore hanno trovato e firmato un accordo per allungare la durata del contratto fino al 2023, per questo e per i noti problemi di rapporto tra Lotito e la dirigenza bianconera, la trattativa per un passaggio del serbo in casacca bianconera rimane difficile. D’altra parte lo scorso anno il presidente biancoceleste chiedeva oltre 100 milioni e non pare intenzionato a scendere troppo dalle sue precedenti richieste.
Gli uomini mercato bianconeri valutano il calciatore non più di 70/80 milioni e tengono viva la trattativa col centrocampista serbo in attesa di nuovi sviluppi su altri fronti (vedi Isco e Pogba, primissime scelte per il centrocampo), non essendo la primissima scelta per il reparto che ha cominciato il suo restyling con l’arrivo ufficiale di Aaron Ramsey a parametro zero.

Insomma la Juventus sonda il terreno per rinforzare il reparto di centrocampo, Milinkovic-Savic in orbita Continassa.

Stefano F.Utzeri (@utzi_26)